Connettiti con noi

News Roma

Roma, molestie sul bus a due ragazzine di 12 e 13 anni: condannato per violenza sessuale

Pubblicato

il

Violenta aggressione in un bar, arrestato dalla polizia un uomo di 76 anni

E’ stato condannato l’uomo di 39 anni di nazionalità egiziana che lo scorso anno si sarebbe reso protagonista di molestie ai danni di due ragazzine di 12 e 13 anni. Per lui il Giudice ha stabilito una pena a due anni di reclusione: l’accusa è quella di violenza sessuale. 

Molestie sessuali a due ragazzine a Prima Porta

I fatti, come spiegato oggi dal Corriere della Sera, risalgono al settembre 2021. Stando a quanto ricostruito le due giovani erano salite sul bus in zona Prima Porta quando, nella calca, uno sconosciuto si sarebbe avvicinato iniziando a toccarle. Terrorizzate le due giovani erano scese alla prima fermata disponibile raccontando poi tutto ai genitori.

Leggi anche: Roma, condannato per violenza sessuale aggravata si nasconde a casa dalla figlia: trovato dalla Polizia

La denuncia

La svolta il giorno seguente. Una delle due ragazzine avrebbe riconosciuto l’uomo in un bar vicino alla sua abitazione facendo scattare l’allarme. Alla denuncia sporta si aggiunse così il possibile identikit del molestatore sul quale le forze dell’ordine strinsero poi il cerchio a distanza di poco più di un mese. 

La condanna per violenza sessuale a Roma

E arriviamo così alla stretta attualità. L’uomo, dopo l’arresto, è stato condannato al termine del rito abbreviato e dovrà scontare una pena a due anni di reclusione. Ma in carcere, per il momento, l’imputato non ci andrà: per lui sono stati disposti i domiciliari. 

Violenza sessuale a Roma: 23enne trascinata nel vicolo, ma un ‘angelo’ la salva

 

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy