Home Comunicati stampa Roma, ondata di arresti contro pusher e borseggiatori

Roma, ondata di arresti contro pusher e borseggiatori

CONDIVIDI

Continua l’ondata di arresti per fermare la piccola criminalità a Roma. Negli scorsi giorni i Carabinieri hanno condotto diverse operazioni: sono finiti in manette due pusher e ben nove borseggiatori.

Operazione antidroga a Trastevere

La prima operazione si è svolta a Trastevere. Nel corso di un controllo antidroga, i Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato due spacciatori in via della Scala. Sono due studenti di 21 e 25 anni, notati in atteggiamento sospetto mentre si spostavano tra i vari giovani che frequentano i locali. Al momento del controllo sono stati trovati in possesso di alcuni grammi di marijuana, che ha così confermato i sospetti nei loro confronti. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare complessivamente 303 grammi di marijuana, due bilancini di precisione e 2815 € in contanti, ritenuti provento della pregressa attività illecita. Successivamente sono stati accompagnati in caserma dove sono stati trattenuti in attesa del rito direttissimo.

Borseggiatori in tutta Roma

I nove borseggiatori sono stati invece arrestati nell’ambito di diverse operazioni. Nello specifico, i Carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto hanno arrestato due cittadini romeni di 29 e 35 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, che a bordo del tram linea 8 hanno sfilato dalle tasche di un 70enne romano il suo smartphone. I Carabinieri in servizio antiborseggio in abiti civili li hanno bloccati mentre i ladri stavano tentando di scendere dal tram alla fermata “Trastevere – Belli”. In piazza Madonna di Loreto, i Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia hanno arrestato due cittadini algerini di 40 e 43 anni, pregiudicati e senza fissa dimora, che avevano appena rubato il telefono cellulare ad una turista americana di 18 anni. Tre cittadini romeni di età compresa tra i 40 e i 46 anni, anche questi già conosciuti alle forze dell’ordine e senza fissa dimora, sono stati notati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante mentre si aggiravano in atteggiamento sospetto, in piazza di Porta Maggiore, alla fermata dei tram. Quando i militari hanno deciso di avvicinarsi per controllarli, i tre sospettati sono passati all’azione, infilando le mani nella borsa di una turista brasiliana di 20 anni. Immediate sono scattate ai loro polsi le manette. Infine, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato una coppia di donne bulgare di 24 e 40 anni, pregiudicate e senza fissa dimora, sorprese a bordo di un bus della linea “64” a rubare il portafogli ad un altro ignaro turista. In tutti i casi la refurtiva è stata interamente recuperata e restituita alle vittime. Tutti i borseggiatori sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

CONDIVIDI
CONDIVIDI