Connettiti con noi

News

Aperture giudiziarie

Pubblicato

il

Aperture giudiziarie

Una porta chiusa si può aprire! Iniziamo a parlare di Aperture giudiziarie con una frase semplice, ma che ci propone lo spunto per parlare di questo intervento che avviene solo in determinate circostanze.

La tutela della privacy è costretta a soccorrere anche coloro che non rispettino alcuni contratti oppure i diritti di altre persone. Cerchiamo quindi di fare un quadro di cosa sia un atto di apertura giudiziaria, quando diventa necessario e a chi è utile.

Degli inquilini, affittuari, che non pagano l’affitto vanno a ledere il diritto di un altro cittadino, cioè del proprietario che su quell’immobile deve pagare le tasse perché rappresenta una rendita. Tuttavia il proprietario non è che si può presentare un giorno cercando di cacciare fuori gli attuali inquilini. Tanto meno può entrare in un ambiente che viene usato da terze persone secondo il contratto stipulato.

Infatti quando c’è un contratto vuol dire che si ha uno spazio privato per l’affittuario, nonostante esso non paghi l’affitto.

C’è però una procedura che consente lo sgombero delle persone abusive, vale a dire quella della denuncia per sfratto con la conseguenza di un processo per direttissima dove poi c’è un giudice che, dopo aver analizzato la situazione, andrà a rilasciare il documento di apertura giudiziaria.

Dunque per eseguita è necessario che ci sia un atto esecutivo con autorizzazione del giudice che si è occupato di visionare e valutare la documentazione rilasciata. Quando decide di restituire l’immobile al legittimo proprietario, si potrà far sgombrare gli affittuari che sono abusivi.

Come avviene l’apertura giudiziaria?

Le autorità competenti devono essere presenti durante l’operazione che interessa proprio lo sgombero dell’immobile, ma non possono fare loro il lavoro di apertura della porta. Infatti è necessario che ci sia un professionista, cioè un fabbro specializzato, in grado di poter aprire, senza danneggiare l’immobile o il serramento.

Non è che si parla di uno sfondamento della porta con un ariete, come accadeva nella storia del passato. Grazie alle nuove tecniche studiate e a determinate attrezzature, oltre all’esperienza che è sempre la componente migliore quando si parla di servizi di questo genere, si ha poi l’apertura della porta.

Una volta aperta, le autorità si occuperanno di far sgomberare gli inquilini in modo pacato e mantenendo poi la quiete pubblica. In fabbro quindi è il soggetto che diventa il protagonista di questo procedimento che si rende necessario quando vengono danneggiate o occupate le proprietà altrui.

Quando l’apertura giudiziaria diventa illegale

Essendo l’apertura giudiziaria un atto forzato, è necessario che esso sia sempre preceduto da un atto giudiziario esecutivo. In caso il proprietario decide di fare questo intervento, senza l’appoggio della legge e nemmeno delle autorità, sarà lui ad essere condannabile.

Lo stesso vale quando c’è un atto che è stato accettato, ma non diventa esecutivo perché comunque si parla sempre di situazioni che rischiano di degenerare in breve tempo. Dunque è fondamentale che si presti attenzione a seguire i passaggi che vengono richiesti dalla legge, ma soprattutto che si usi un avvocato per procedere in modo adeguato e senza avere fretta.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy