Home Ardea Ardea, Lido dei Pini e i rifiuti: la segnalazione di una cittadina...

Ardea, Lido dei Pini e i rifiuti: la segnalazione di una cittadina esasperata

Una situazione ormai fuori controllo quella che stanno vivendo alcuni residenti a Lido dei Pini di Ardea, nella zona angolo tra via dei Mughetti e via delle Rose – ormai sommersa dai rifiuti. In redazione ci è giunta la segnalazione di una cittadina, stanca ed esasperata che spera di trovare risposte alle sue innumerevoli domande. 

‘Segnalo la gravissima situazione presente da oltre un mese  a Lido dei Pini di Ardea, nelle zona angolo tra Via dei Mughetti e Via delle Rose. E’ sotto gli occhi di tutti, cittadini, operatori ecologici (che tutti i giorni vi passano davanti per la raccolta porta a porta) e già segnalato da molti residenti (per lo più stagionali) a Comune e  Consorzio, ma nessuno provvede a rimuovere  la montagna di rifiuti che alcuni incivili depositano giornalmente, sfacciatamente sotto gli occhi di chi, come me ed altri invita gentilmente ma energicamente a non fare, rischiando anche reazioni pesanti.  Esprimo a nome di molti cittadini corretti, che smaltiscono nel modo giusto la propria immondizia e che pagano le tasse al Comune di Ardea, per tutto l’anno, pur utilizzando il servizio per pochi mesi estivi, la  profonda indignazione  per il comportamento incivile di parecchie persone che pensano bene di usare come discarica un posto che non sia casa loro, soprattutto la domenica, perché “non possono riportarsi nella casa in città i rifiuti della casa di villeggiatura”.  Ma comunque c’è indignazione anche perché le autorità non intervengono in nessun modo, lasciando il problema a chi deve conviverci!  Sono molto preoccupata per la situazione anche dal punto di vista di igiene e sicurezza: con il caldo di questi giorni si stanno formando percolato, odori nauseabondi, mosche ed insetti; inoltre temo la possibilità che si inneschi qualche incendio!  Ho portato mia madre disabile nella sua casa al mare, per farla stare in un ambiente più sano, ma non è così.  Cosa possiamo fare come semplici cittadini?  Abbiamo pensato di cercare qualche servizio privato (se esiste) che venga a prelevare i rifiuti.  E poi? Una volta pulito, come  convincere gli incivili?   È possibile fare foto a chi getta i rifiuti e inviarle a chi può intervenire?  È possibile installare delle videocamere?  È possibile risolvere in modo civile questa indecenza?  Confidando che qualcuno legga queste richieste e sappia darmi risposte, spero che nel frattempo il Comune abbia già fatto il suo dovere…’ – conclude Elena Galastri.