Connettiti con noi

Consigli di Viaggio e News Turismo

Assicurazione viaggio Covid: come funziona, quanto costa e quale scegliere prima di partire

Pubblicato

il

assicurazione viaggio Covid

Seppur con tutte le precauzioni e le restrizioni del caso, finalmente siamo tornati a viaggiare. Questo però non vuol dire abbassare la guardia, in quanto, com’è noto nelle ultime settimana la diffusione della variante Delta-per via della sua maggiore contagiosità- sta destando non poca preoccupazione tra gli esperti. 

Leggi anche: Covid Lazio, la variante Delta al 57,1% dei campioni analizzati: è allarme contagi

Assicurazione viaggio Covid, il consiglio della Farnesina

‘Qualsiasi tipo di spostamento può comportare un rischio di carattere sanitario’, così si legge sul sito del Ministero degli Esteri in una nota della Farnesina sulle nuove restrizioni in vacanza. Sempre la Farnesina in conclusione della citata nota ha sottolineato l’importanza ed il buon senso di avere un’assicurazione contro il Covid. Un’assicurazione sanitaria che protegga tanto il turista quando la vacanza in sè stessa. Ma in caso si prenda il Covid in vacanza, l’assicurazione cosa copre? In questo caso l’assicurazione copre le spese di ricovero e le visite mediche.  Eventualitò questa in vigore nel caso in cui il paese in cui si è deciso di soggiornare non disponga di un sistema sanitario pubblico o semi pubblico, il costo del ricovero sia elevato e si fosse impossibilitati a rientrare in Italia. 

Cosa copre l’assicurazione

L’assicurazione di viaggio Covid, al pari di qualsiasi altra malattia, copre e rimborsa le spese mediche: dal viaggio all’ospedale alle singole cure. Non è invece possibile chiedere un rimborso o essere copertii dall’assicurazione se è il paese dal quale si viaggia o verso il quale si arriva a cambiare le regole. In quest’ultimo caso, le assicurazioni restano limitate alle spese sanitarie. Per quel che riguarda l’importo, si va dai 10 ai 60 euro di spesa, con la possibilità di aggiungere richieste in relazione alle proprie esigenze. 

Le ‘mini assicurazioni’

Un altra possibilità è rappresentata poi dalle ‘mini assicurazioni’. Le quali fanno riferimento alla decisione  del turista di rinunciare al viaggio. Dunque in questo caso non c’è bisogno di una vera e propria assicurazione di viaggio ma solo di un rimborso per la mancata partenza. Infine, è bene ricordare che con una piccola tassa extra durante le prenotazioni di alloggi è mezzi di trasporto è possibile usufruire di un rimborso fino all’85% dei biglietti. 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it