Home Ambiente Castel Romano, ennesimo incendio al campo rom

Castel Romano, ennesimo incendio al campo rom

Riprendono i focolari all’interno del campo nomadi di Castel Romano, che ormai da anni inquinano il territorio circostante e soprattutto provocano tantissimi disagi ai residenti locali della zona.

Le fiamme si sono alzate questa notte, in concomitanza all‘incendio di Pomezia che si è sviluppato tra Via di Monte d’Oro e Via di Vaccareccia. Fa sospettare come entrambi gli incendi siano stati innescati verso le 11 di sera, quasi nel tentativo di ostacolare o rendere molto più complesso l’intervento dei Vigili del Fuoco locali.

Sul posto sono intervenuti subito i Vigili del Fuoco locali, che davanti ai propri occhi hanno trovato l’ennesima scena infernale tra fumo nero e materiali di tutti i tipi in fiamme. 

Le fiamme hanno avvolto nuovamente il perimetro del campo nomadi, bruciando diverse baracche lì presenti e numerosi cumuli d’immondizia o robacce accatastate da sempre in quello spazio.

Il rogo da subito si è alzato in maniera molto alta e forte, rendendo più complicata la vita ai Vigili del Fuoco poichè avveniva in piena notte.

 

La situazione ormai è arrivata al limite, dove quasi ogni notte i cittadini locali sono costretti a inalarsi polveri tossiche provenienti da questi roghi. Una condizione che ormai si ripete in quassi tutti i campi nomadi presenti sul territorio della Città Metropolitana di Roma, dove gli abitanti di queste favelas sono totalmente incontrollati e puntualmente compiono disastri per il loro uso irresponsabile di fuoco o bombole del gas.

L’utilizzo dei bracieri serve a queste persone non solo a riscaldarsi nelle ore notturne, ma soprattutto per portare avanti determinate attività illegali come lo scioglimento dei metalli. Un uso quindi incontrollato e irresponsabile di queste fuochi, che spesso degenera in enormi incendi tossici ai danni della cittadinanza locale. 

Non è la prima volta che si verifica una situazione simile all’interno del campo nomadi di Castel Romano, che oltretutto viene ritenuta la favelas più pericolosa della provincia di Roma

Gli interventi presso le baraccopoli di Castel Romano si sono ultimati verso le ore 4 del mattino, mentre nell’incendio di Pomezia il rogo è stato spento alle ore 6 del mattino.