Home News Come cercare il lavoro ideale per te?

Come cercare il lavoro ideale per te?

Trovare lavoro sta diventando sempre più difficile: complici prima la crisi, poi la pandemia, ci siamo ritrovati a non sapere come fare per trovare un’occupazione. Così ci siamo dati alla ricerca smodata, allo studio per i concorsi, al tour del lascio il cv anche qui che non si sa mai, con pochissime risposte e tanta demoralizzazione. Oggi vi vogliamo tirare su il morale e darvi anche qualche dritta su come trovare il lavoro perfetto per voi!

Cosa volete fare?

Non è una domanda da poco. Molti di noi non sanno cosa vogliano fare, e lasciano curriculum a destra e a manca senza un filo logico. Nessuno mette in dubbio che un’entrata economica faccia sempre comodo, ma un minimo di piacere nel fare un lavoro si deve provare.

Il primo passo per capire in che direzione andare, è fare un elenco delle proprie attitudini: scrittura, managment, leadership, qualsiasi cosa sappiate fare scrivetela e datele una forma e un ordine. Analizzate anche i vostri pregi e difetti, in modo da inidirizzarvi su cose in cui riusciate a spiccare: se avete poca pazienza, evitate lavori con i bambini ad esempio.

Fino a che punto posso arrivare?

Qui le cose da chiedersi sono molto più pratiche: chiedetevi se siete disposti a trasferirvi, che ruoli accettereste, quanto volete guadagnere e ponetevi un limite minimo sotto il quale non scendere. Individuate un settore in cui o avete già maturato esperienza, o è parte dei vostri studi o rientra nelle vostre ambizioni.

Siate onesti e trovate un equilibrio tra quello che volete fare e quello che dovete: se il salario a cui anelate, si trova in una città lontana da quella di origine, cercate di capire se siete disposti a ricominciare da zero per avere lo stipendio che desiderate o vi serve.

Studia il mercato

Il mondo del lavoro è in continua evoluzione, è sempre in cambiamento e spesso stargli dietro è molto difficile. Oggi vengono richieste competenze specifiche soprattutto in ambito di nuove tecnologie, niente che non si possa recuperare seguendo un buon corso ma ahimè non è sempre possibilie farlo. Esaltate quello in cui riuscite bene, dategli una bella confezione: non mentite ovviamente, ma cercate di rendere ciò che sapete fare appetibile.

Reinventatevi sempre in modo da avere competenze abbastanza ampie, che si adattino a più campi e vi permettano di riciclarvi in qualsiasi momento. Non è facile, ma almeno non restate fuori del mondo del lavoro.

Lavorare online è possibile?

L’arcana questione! Nell’era dei social tutti ci proponiamo di lavorare online, il famoso smartwork è diventato un alleato, ma attenzione alle offerte. Internet è pieno di annunci in cui si millantano entrate esageratamente alte, da cui diffidare subito. Molti propongono vendite, e alcune offerte sono buone: fare una zoom introduttiva in cui si assiste a come funziona non costa nulla.

Occhio sempre a chi vi chiede di anticpare soldi: meglio non cascarci, per lavorare non si deve pagare, si viene pagati. La formazione è a carico dell’azienda, se vi chiedono soldi anche per questa cercate online altre opinioni prima di mettere mano al protafogli.

Mandare cv online o farlo presenzialmente?

I recruiter dicono di inviarlo online, oggi per una questione di privacy pare essere molto meglio, però di fatto la consegna a mano rimane sempre l’opzione più gradita. Abbiamo internet dalla nostra parte: app come Linkedin ci consentono di crearci un’immagine lavorativa online con pochi click, e con Skype i colloqui diventano più semplici e agevoli.

Molte aziende utilizzano il social proprio per reclutare, e ci sono offerte per ogni settore e in ogni parte del mondo. Tentar non nuoce, ma una piccola avvertenza: non mettete foto di voi al mare, o ad una festa: siate professionali, in fondo il primo impatto, giusto o no, incide sempre.

Dove trovare offerte adatte a noi?

Le migliori offerte di lavoro stanno un po’ ovunque, basta avere la pazienza di cercare e predisporsi a molti no, anche nel settore che ci interessa. Il fatto che ci piaccia non implica che ci spalanchino le porte, quindi andare ai colloqui sempre speranzosi e fiduciosi, ma con un piano b in tasca Siate voi stessi, perché molti recruiter sanno leggere il linguaggio del corpo e mentire è quasi impossibile.

Scandagliate internet alla ricerca del lavoro perfetto per voi, informatevi sullle aziende leader del settore e quando andate al colloquio preparatevi qualche frase sull’azienda: è molto probabile che vi chiedano se la conoscete, dite due frasi sulla loro attività senza esagerare per non apparire troppo di parte.

Iscrivitevi ai vari siti di cerco lavoro, hanno tutti la newsletter e vi arrivano offerte nei campi che voi selezionate. Siate attivi sia online che offline, e createvi un vostro nome fatto di esperienze e studi, in modo che abbiate le spalle coperte. In bocca al lupo!