Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma. Ditta sul web invia tecnici che fingono di riparare il guasto a condizionatori e caldaie: truffati centinaia di cittadini

Una banda di truffatori opera a Roma fingendosi tecnici di caldaie e condizionatori ed estorcendo denaro ai cittadini con l’inganno

Pubblicato

il

Condizionatori e caldaie in tilt, la truffa è dietro l’angolo

Sono molte ormai le segnalazioni da parte degli utenti della Capitale che denunciano una banda di malfattori che si spacciano per tecnici di una ditta di assistenza di caldaie e condizionatori. L’annuncio della falsa ditta di assistenza tecnica e relativo contatto telefonico al quale rivolgersi in caso di guasti è ormai presente sul web da tempo. Da un anno circa la ditta ha già cambiato sede legale e ragione sociale per confondere le idee a chi incautamente vi si imbatte digitando sui motori di ricerca.

Attenzione: il web nasconde l’insidia

E’ così che infatti il titolare, la compagna e i suoi due tecnici operano, incuranti delle numerose recensioni negative da parte degli utenti truffati. Contattando infatti il numero della ditta di assistenza tecnica di Roma, risponde una solerte segretaria che invia prontamente a domicilio un sedicente tecnico per individuare e risolvere un guasto alla caldaia o al condizionatore. 

Il ‘tecnico’, giunto presso l’abitazione del cliente, finge di conoscere l’origine del malfunzionamento approfittandosi dell’inesperienza del cittadino e della sua buona fede; si prodiga poi a risolvere il problema – ad esempio spruzza uno spray affermando di aver ricaricato il gas del motore del condizionatore o cambia pezzi a caso della caldaia- si fa pagare una discreta somma e se ne va per non tornare mai più. Dopo pochi minuti i clienti si accorgono che il guasto dell’elettrodomestico ovviamente persiste.

L’assistenza tecnica che truffa i cittadini

Inutili risultano gli svariati tentativi di chiamate allo stesso numero telefonico, nella speranza di chiedere un nuovo appuntamento. Le segretarie addestrate ad hoc promettono nuovi interventi che non avverranno mai. Il fatto che il tecnico si faccia pagare in contanti con la scusa di avere il pos fuori uso e di rilasciare una regolare fattura timbrata con partita iva, ma senza indirizzo di sede legale, rende il tutto ‘ai limiti della legalità’. Tranne appunto che i guasti dei vari elettrodomestici rimangono tali, a scapito delle tasche dei poveri clienti, inevitabilmente parecchio più leggere.

Condizionatori e caldaie, le piccole cifre derubate ai cittadini 

Le cifre derubate si aggirano sui 300 euro a finta riparazione, che, considerate le numerose chiamate in giornata si sommano, dando luogo a cospicui bottini. Alcuni consumatori si sono recati al civico della presunta sede legale, presso il quartiere romano, facendo una ricerca sul web grazie alla partita iva delle fatture rilasciate e individuando l’indirizzo presente su Google. Ovviamente non trovando alcuna assistenza tecnica presso quell’indirizzo. 

Denunciata la finta ditta, le indagini proseguono

Intervenuti i carabinieri e constatando l’assenza dell’assistenza tecnica, hanno suggerito ai soggetti truffati di sporgere denuncia.

Attenzione alle truffe

Il consiglio è quello di fare molta attenzione al momento di contattare una assistenza tecnica utilizzando i motori di ricerca, visionando prima le recensioni o contattando tecnici certificati. L’altro consiglio è di non pagare in contanti: se insistono c’è qualcosa che non quadra. Il lavoro può benissimo essere pagato con un bonifico, in modo da essere tracciato. Ultimo consiglio: questi sedicenti tecnici vi diranno di provare l’elettrodomestico dopo qualche ora, adottando la scusa che è bisogna fare così. Non è assolutamente vero: quello è il tempo che serve a loro per sparire!

 

 

 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it