Home News Cronaca Coronavirus a Roma, mercati rionali aperti se rispettano le distanze di sicurezza

Coronavirus a Roma, mercati rionali aperti se rispettano le distanze di sicurezza

Il Comune di Roma Capitale in queste ore ha mandato una nota esplicativa ai vari Municipi capitolini per regolamentare l’apertura dei mercati rionali, in un documento steso con la collaborazione della Polizia Locale e seguendo i parametri stabiliti negli ultimi giorni dal Governo Conte. 

In linea con le prescrizioni nazionali per evitare ulteriori contagi e affrontare al meglio il Coronavirus, il Campidoglio al momento si è raccomandata con i clienti e i molteplici esercenti delle attività commerciali di mantenere le corrette condizioni ambientali per contrastare ulteriori trasmissioni del virus proveniente dalla Cina. 

Il Comune di Roma infatti è molto chiaro sulle sole attività che potranno svolgersi all’interno dei mercati rionali in questo duro periodo di epidemia, che riguarderanno esclusivamente quei banchi adibiti alla “vendita diretta di soli generi alimentari”.

Sempre il Campidoglio ha voluto specificare questo documento per dare una più corretta informazione ai numerosi esercenti romani e i cittadini, precisando come i mercati aperti saranno solamente quelli strutturalmente adeguati al rispetto delle ordinanze governative. In parole povere s’intende quei banchi che permettono al proprio gestore di controllare gli accessi al servizio commerciale in modalità contingentata e soprattutto possono garantire la distanza interpersonale di almeno un metro di distanza, così da evitare assembramenti di persone all’interno del locale o nelle sue vicinanze e soprattutto ridurre le possibilità d’ipotetico contagio del Coronavirus. 

Drastica invece la decisione verso tutte quelle attività che non potranno rispettare i sistemi di prevenzione al virus valutati e messi in atto dal Governo Conte. Infatti per tutti quei locali dove non sarà possibile minimizzare i rischi sanitari di contagio o rispettare le norme governative, non sarà possibile esercitare la propria attività commerciale

Quest’ultima specifica è una stangata che toccherebbe in particolar modo i mercati saltuari presenti nei diversi quartieri romani o addirittura quelle attività di mercato presenti su sedi improprie: il mancato rispetto delle regole porterà i gestori di queste realtà a veder sospesa per un periodo – da stabilire secondo infrazione – la propria attività commerciale.