Home News Cronaca Coronavirus, amuchina fai-da-te: ecco la ricetta dell’OMS

Coronavirus, amuchina fai-da-te: ecco la ricetta dell’OMS

L’Amuchina in questi giorni di emergenza sanitaria sembra essere introvabile, un pò come la mascherine che sono sold out. Sul Web tante le notizie su come preparare a casa una soluzione per sostituire il disinfettante. 

Sulla questione ha preso parola Dario Bressanini, un chimico e divulgatore scientifico, che si è detto sempre restio a parlare di disinfettanti fai-da-te.

Non ha mai voluto alimentare l’isteria collettiva, ma ha pensato bene di pubblicare un post su Facebook per dare le informazioni corrette e per spiegare il procedimento giusto ai cittadini. 

Coronavirus, lavarsi bene le mani

Il chimico consiglia di lavarsi le mani sempre per ridurre la possibilità di fare entrare virus e batteri nel corpo e per farlo bastano acqua e sapone

Amuchina: ecco tutto quello che c’è da sapere

Sulla questione ‘Amuchina’ ha dichiarato che nelle formulazioni classifiche spesso il disinfettante è a base di cloro, ipoclorito di sodio. L’ipoclorito di sodio, con il suo potere ossidante, oltre che sbiancante, è lo stesso contenuto nella candeggina, che parimenti è un disinfettante, ma non è utilizzabile a scopo alimentare. Bressanini continua affermando che i prodotti a base di cloro sono efficaci disinfettanti (a certe concentrazioni) soprattutto per le superfici, tipo il bancone della cucina. 

Sembrerebbe che la formula che gira in Rete emuli l’amuchina, ma quella venduta per lasciare a bagno la verdura per molti minuti, e che non serve assolutamente per lavarsi le mani. L’amuchina in gel per la mani è a base di alcol etilico

Amuchina fai-da-te: ecco la ricetta dell’OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Ministero della Salute consigliano prodotti a base di alcol etilico o alcol isopropilico. Gli esperimenti, continua Bressanini, mostrano che l’alcol etilico è efficacissimo per disinfettare in poche decine di secondi la pelle a patto che le mani siano pulite e lisce e che la concentrazione di alcol sia tra il 60% e l’80% circa. 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia di produrre un disinfettante con alcol etilico (vero disinfettante), glicerina ( serve per umettare e aumentare la densità del prodotto)e un pò di acqua ossigenata (che serve a eliminare eventuali spore batteriche dal prodotto stesso). Ecco la ricetta con le dosi dell’OMS per 1 litro:  

  • 883 ml di alcol etilico al 96%
  • 42 ml di acqua ossigenata al 3%
  • 15 ml di glicerina (glicerolo) al 98%
  • Acqua distillata oppure bollita e raffreddata quanto basta per arrivare a 1 litro. 

Qui la guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per preparare un disinfettante in casa.