Home News Cronaca Coronavirus: morto dipendente AMA, lascia moglie e due figli

Coronavirus: morto dipendente AMA, lascia moglie e due figli

ama

“E’ deceduto a Roma, all’ospedale Spallanzani, E.C., il nostro collega di Ama risultato nelle scorse settimane positivo al virus Covid 19; era ricoverato da oltre 20 giorni e gia’ assente dall’azienda per malattia dallo scorso 9 marzo, aveva 52 anni, era in servizio da 27 e attualmente svolgeva il ruolo di preposto di autorimessa presso lo stabilimento aziendale di Rocca Cencia“. Lo comunica in una nota Ama Spa. “E’ una notizia terribile- dichiara l’amministratore unico di Ama, Stefano Zaghis- appena ho appreso del decesso ho voluto immediatamente chiamare la moglie del nostro collega, tra l’altro padre di due figli, per esprimere tutto il cordoglio e tutta la vicinanza possibile, sia a titolo personale sia a nome dell’azienda che rappresento. In questo momento piu’ che mai Ama e’ una piccola grande comunita’ di donne e uomini che idealmente si stringono attorno alla famiglia, ai colleghi piu’ stretti e agli amici”. 

Coronavirus. Morte operatore AMA, USB: ‘Necessario vigilare su sicurezza’

“Il collega Ezio Ciprari, 52 anni, capo operaio nell’autorimessa Ama di Rocca Cencia, ricoverato dal 15 marzo in terapia intensiva, stamattina 9 aprile ha lasciato la moglie e i due figli. Adesso e’ il momento di stringerci tutti attorno alla famiglia. Un altro collega che condivideva il posto di lavoro con Ezio e’ tuttora in terapia intensiva. A lui vanno i nostri piu’ sentiti auguri. Dopo Luigi di Asia Napoli, Ezio e’ il secondo collega vittima dell’epidemia in corso nel paese. Il servizio d’igiene ambientale e’ un servizio essenziale che va garantito e i lavoratori sono esposti a rischio quotidiano di contagio. Invitiamo tutti gli operatori a vigilare affinche’ vengano sanificati tutti gli ambienti e i mezzi di lavoro e a indossare tutti i Dispositivi di Protezione Individuali, per la tutela della sicurezza loro, dei familiari, della comunita”. Cosi’ in un comunicato l’Unione Sindacale di Base – Federazione di Roma. 

Sindacati, notizia straziante

È morto il capo operaio dell’autorimessa di Ama dello stabilimento di Rocca Cencia, ricoverato da meta’ marzo dopo essere risultato positivo al Coronavirus. L’uomo, 54 anni, e’ la prima vittima della municipalizzata capitolina dei rifiuti. “È una notizia straziante, quella ricevuta stamattina, sul decesso del collega di Rocca Cencia, il Coa risultato per primo contagiato in Ama- scrivono in una nota Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel Ama spa- Non si puo’ strumentalizzare questa tragedia, ma bisogna comprendere quanto grave e drammatica sia questa fase. Esprimiamo il nostro cordoglio alla famiglia e ai colleghi”.

Coronavirus. Roma, Raggi: “Dolore per morte capo operaio AMA Rocca Cencia”

Anche la Sindaca di Roma Virginia Raggi ha espresso il suo profondo dolore: “Profondo dolore per la scomparsa, a causa del Coronavirus, del capo operaio dell’autorimessa Ama di Rocca Cencia. Ci stringiamo alla sua famiglia e siamo vicini all’azienda e ai suoi colleghi”. Lo scrive su Twitter. (Agenzia Dire)