Connettiti con noi

Cronaca

TOR SAN LORENZO, I VANDALI DISTRUGGONO LA SCUOLA

Pubblicato

il

Brutta sopresa, questa mattina, nella sede di Tor San Lorenzo della scuola media “Virgilio”. Ignoti vandali, approfittando della chiusura per le festività natalizie, si sono introdotti nella struttura distruggendo aule, corridoi, stampanti e materiali vari. Le sedie ed i banchi sono stati lanciati fuori dalle finestre, il vetro della fotocopiatrice frantumatoin mille pezzi. I danni, ancora non quantificati esattamente, sono di decine di migliaia di euro. A scoprire il misfatto alcuni operai di una ditta edile che stava eseguendo dei lavori di manutenzione. Il primo a giungere sul posto è stato il comandante Roberto Fareri, della locale stazione carabinieri, seguito dal sindaco di Ardea.

“Una vera e propria devastazione, pene esemplari per gli autori di questo ennesimo spregevole gesto che offende la scuola e la città condanni per migliaia di euro”. E’ il duro commento del Sindaco Carlo Eufemi, Dirigente scolastico della scuola “Virgilio”, in merito ai gravissimi atti di vandalismo che hanno colpito la sede di Tor San Lorenzo.

“La scuola, chiusa per le festività natalizie – continua il primo cittadino chiedendo la collaborazione dei cittadini – era stata appena ristrutturata con interventi che stiamo portando avanti su tutte le scuole del territorio con un impiego consistente di risorse economiche. Mi auguro che chi sa parli. Tolleranza zero da parte delle istituzioni, ma anche omertà zero”.

Sono stati presi di mira dai vandali diversi locali tra cui alcune aule, sala professori, presidenza, portineria, palestra. Sono stati divelti e completamente svuotati gli estintori, spaccati vetri, lanciati banchi e sedie dalla finestra, sfondate porte, imbrattati muri, presi di mira registri di classe, danneggiati altri materiali.

Questa mattina sul posto, insieme al Sindaco Eufemi, anche la Polizia Municipale di Ardea, i Carabinieri della Stazione di Tor San Lorenzo, l’Assessore all’Ambiente Nicola Petricca, i consiglieri comunali Franco Marcucci, Mauro Iacoangeli e Romolo De Paolis.

5 Comments

5 Comments

  1. CORRAOSALVATORE

    2 Gennaio 2012 - 16:43 at 16:43

    FATTI CHE SI COMMENTANO DA SOLI. SARANNO  STATI DEI RAGAZZI? ” è UNA RAGAZZATA”. O FORSE ADULTI? ” VOLEVANO CONTESTARE”. MA OGGI L’UOMO è SENZA DIO, ED HA LA COSCIENZA ADDORMENTATA, E NON SI ACCORGE CHE VA DOVE VUOLE IL NEMICO, VERSO IL PRECIPIZIO. A BUON INTENTITOR POCHE PAROLE. \n    \nP.S. TUTTO Ciò VALE PER OGNI AZIONE SBAGLIATA, PERCHè L’UOMO è SENZA FORZA. INFATTI GESù DICE: VOI SENZA DI ME NON POTETE FARE NULLA.     

    • Peyote78

      2 Gennaio 2012 - 23:17 at 23:17

      bel commentooooooooooooo. e gente molto debole che si danno forza quando sono tanti che vergogna avere gente che si fa trasportare dagli altriiiiiiiiiiiiiiiiisenza il suo propio carattereeeeeeeeeeeeeeeee

  2. Maurizio

    2 Gennaio 2012 - 22:30 at 22:30

    C’e’ molto da meditare! Non penso che l’atto sia contro la scuola, ma verso quello che rappresenta. Ieri pomeriggio bruciavano dei secchioni della mondezza, ahime’ gli unici nel raggio di 2 chilometri! Eufemi e specialmente Petricca sanno tutto e personalmente li ritengo responsabili della loro arrogante politica, in quanto sono abituati a prendere per i fondelli i cittadini. Io non ho paura delle insurrezioni, ma penso quanto tempo ci vorra’ per ritornare poi alla normalita’!

  3. silvia

    3 Gennaio 2012 - 15:56 at 15:56

    In questa scuola ci ho passato la mia infanzia ed ora vederla in queste condizioni mi da odio,e devo dire che davvero le generazioni sono cambiate..è indescrivibile il gesto di queste ignote persone,che pensano di avere fatto un bel gesto quando invece ricadrà tutto su gli alunni della scuola..sulle famiglie…ed ora come si può risolvere il danno???come faranno gli alunni ad rientrare a scuola??!!questo è quello che mi chiedo..credo che non si contesta in questo modo,ma con un po di umiltà penso che si,si può contestare un qualcosa che può non andar bene,ma qui il mezzo è proprio intollerante..non hanno risolto nulla,a parte mettere in difficoltà intere famiglie che ora pensano ai LORO FIGLI..vergognatevi,qualsiasi persona sia stata,grande,piccola…dovreste capire prima le cose giuste e sbagliate delle vita..poi contestare,incazzarvi..ma nei limiti..\n

  4. Marco

    6 Gennaio 2012 - 12:50 at 12:50

    Tor San Lorenzo ha cominciato a morire alla fine degli anni ’70, quando l’idea iniziale di farlo diventare un posto di vacanza “a la page” vicino a Roma e’ fallita. Da allora e’ divenuto gradualmente stanziale, senza che le infrastrutture si fossero adeguate, diventando uno dei tanti dormitori senz’anima. L’arrivo di gruppi sociali instabili e disadattati, sia stranieri che italiani, ha completato l’opera. Io ci ho passato le estati della mia infanzia, dal 1968 i poi, e sono testimone diretto del disastro. Cumuli di immondizia, strade rotte, insicure. Caos, assenza di coesione sociale. Ho venduto la villetta costruita da mio padre nel 1998, in pieno disastro. Da allora sono tornato nella zona una sola volta, e non lo faro’ piu’, mi ha fatto troppo male. Ingordigia, mancanza di senso civico, corruzione. Il peggio del peggio. Non vedo soluzioni, forse uno Tsunami potrebbe fare qualcosa.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy