Home News Cronaca ARDEA, SI CHIUDONO LE BUCHE

ARDEA, SI CHIUDONO LE BUCHE

Sono ripresi con successo, da parte del reparto dell’autoparco comunale di Ardea, i lavori di manutenzione stradale. Finalmente l’ufficio ambiente ha affidato i lavori ad una ditta che chiude le buche a regola d’arte, un lavoro che in precedenza era stato effettuato in modo approssimativo, tanto che alla prima pioggia i ripristini
saltavano. Attualmente i responsabili del settore ambiente, quali il dirigente
Antonio Rocca e l’assessore Nicola Petricca, hanno individuato una ditta
specializzata che, a differenza delle precedenti e degli stessi operai dell’autoparco comunale, non solo ramazzano il bordo buca, ma mettono una speciale emulsione e, soprattutto, la vibrano, cosa questa che non veniva effettuata in precedenza. In passato, malgrado le proteste e le segnalazioni di stampa e cittadini, per anni i lavori sono andati avanti con gli operai gettavano dai camion il conglomerato bituminoso, lo spianavano alla meglio ed attendevano che venisse compresso dalle auto che transitavano. Soldi sprecati e buche che alla prima pioggia si riformavano. Certo sarebbe ottimale aggiungere la fresatura dell’asfalto attorno alla buca, comunque un lavoro del genere già garantisce un durata superiore in attesa che l’amministrazione effettui un radicale rifacimento di manutenzione stradale.  Sono
tanti i soldi spesi per la sistemazione viaria, una sistemazione che ha portato
fino ad  oggi ad uno sperpero di denaro pubblico che è sotto gli occhi di tutti. I maggiori sperperi di denaro pubblico si sono visti con il costo di fresatura e posa in opera di tappetino su via di Santa Marina o ancor di più nei lavori effettuati in una delle carreggiate di viale Nuova Florida: in entrambi i casi sono stati spesi centinaia di migliaia di euro per lavori che hanno resistito pochissimo.

Luigi Centore