Home News Cronaca CADAVERE CARBONIZZATO A TORVAIANICA, SI TRATTA DI UNA 55ENNE RUMENA

CADAVERE CARBONIZZATO A TORVAIANICA, SI TRATTA DI UNA 55ENNE RUMENA

E’ di una donna di circa 55 anni il cadavere trovato carbonizzato ieri tra Torvaianica e Pomezia. La macabra scoperta è stata fatta intorno alle 16:00 dai Vigili del Fuoco di Pomezia, chiamati a spegnere un incendio divampato in fondo a via Campoverde, in una baracca abbandonata nell’area ex Tacconi. Al momento dell’intervento dei Vigili del Fuoco, il corpo era totalmente carbonizzato, tanto da rendere difficile il riconoscimento del sesso. La salma è stata portata all’istituto di medicina legale di Tor Vergata. Secondo le prime ipotesi investigative dei carabinieri di Torvaianica e del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Pomezia, chiamati dall’equipaggio dei Vigili del Fuoco, potrebbe trattarsi di una donna rumena, tanto che già sono state allertate le forze di polizia del posto per avere riscontro agli esami autoptici predisposti dal magistrato.  Maggiori particolari sull’identità saranno disponibili nei prossimi giorni, a seguito degli esami sul DNA di rito in questi casi. Si presuppone che la donna fosse una senzatetto che si era rifugiata nella baracca per ripararsi dal freddo. E proprio a causa del grande freddo di questi giorni potrebbe aver tentato di accendere una stufa improvvisata per riscaldarsi. Tentativo finito tragicamente, con la morte della donna. A Torvaianica il problema dei senzatetto è sicuramente sentito: sono almeno una ventina i clochard che abitualmente stazionano nei pressi del centro. Spesso dormono a ridosso del muretto dei parchi giochi – soprattutto quello di piazza Italia – chiusi nelle ore notturne, o davanti alla sala parrocchiale di piazza Ungheria. Un fenomeno che d’estate di moltiplica a dismisura con l’arrivo dei venditori ambulanti, che creano vere e proprie baraccopoli nei campi che fiancheggiano l’intera cittadina.