Connettiti con noi

Cronaca

CONSORZI E BARRIERE: FATTA LA LEGGE, SI CERCA L’INGANNO

Pubblicato

il

Sbarre, cancelli, tornelli, muri: se da una parte l’amministrazione comunale di Ardea sta facendo di tutto per rimuovere le barriere di accesso al mare poste dai
consorzi privati, dall’altra si tenta di tutto per evitare che “estranei” entrino o semplicemente passino attraverso tali consorzi. Mentre oggi procedevano gli interventi di esecuzione dell’ordinanza emessa dirigente all’urbanistica Aristodemo Pellico  su ordine del Sindaco Carlo Eufemi da parte della ditta incaricata e degli operai dell’autoparco, scortati dagli agenti della Guardia di Finanza di Pomezia, dai Carabinieri di Ardea, dalla Polizia di Stato del commissariato di Anzio e dalla polizia municipale, c’era chi ha trovato una “soluzione” per non far passare nessuno lo stesso: dopo i vasi di fiori posizionati al posto delle sbarre, ora è la volta del Consorzio “La sbarra”, dove il presidente ha inviato una lettera di rassicurazione a tutti i consorziati, nella quale si legge che “a seguito delle recenti notifiche ricevute da parte del comune di Ardea per la rimozione degli accessi al  mare e a causa degli ingenti danni subiti dagli altri consorzi , si è ritenuto di salvaguardare le nostre sbarre togliendole momentaneamente dalla loro collocazione. Questo però non vuol dire che noi non ci stiamo opponendo a questo abuso con ogni mezzo legale né tantomeno che chiunque possa entrare nel nostro consorzio. A tal proposito si comunica che avendo dato disposizioni più severe al servizio di controllo accessi, non si potrà  accedere più nel consorzio senza contrassegno o cartoncino debitamente compilato”. Da tale missiva  – ha dichiarato in una nota La Destra di Ardea – a carico della Presidente del Consorzio, emerge chiaramente l’istigazione a commettere dei reati penali, e per tale motivo La Destra di Ardea chiede alle Autorità Comunali e alle Forze di Polizia di procedere a termini di legge contro chiunque ostacoli l’ingresso dei cittadini al Consorzio La Sbarra e invita i cittadini stessi, qualora gli venisse vietato il transito all’interno del suddetto Consorzio a far immediatamente intervenire le Forze dell’Ordine denunciando l’accaduto. Invita altresì la Presidente a rivedere le sue disposizioni onde evitare di doverne poi rispondere nelle sedi opportune e di avvalersi solamente di quei mezzi che la legge Le mette a disposizione”.

Più plateali le proteste da parte di un gruppo di manifestanti che, durante l’abbattimento di un muro che chiudeva la strada tra due consorzi, hanno bloccato i lavori protestando contro l’ordinanza. Immediatamente sono intervenute le forze dell’ordine che hanno riportato la calma ed ha permesso la ripresa degli abbattimenti. L’operazione “mare libero” proseguirà nei prossimi giorni fino al completo abbattimento di tutte le barriere che ne impediscono l’accesso.

8 Comments

8 Comments

  1. Maurizio

    13 Luglio 2011 - 18:43 at 18:43

    Qui si vede proprio che oramai lo stato non rappresenta piu’ i cittadini. La realta’ e’ che nessuno vuole impedire l’accesso al mare, ma l’accesso indiscriminato alle proprie abitazioni. Del resto se le istituzioni funzionassero non ci sarebbero rapine,furti e gente poco raccomandabile e quindi nemmeno cancelli e muretti.\r\nBasta vedere questi consorzi per rendersi conto che sono corredati di tutto, dall’illuminazione al parcheggio e senza buche, tutto gestito privatamente si intende!\r\nPiu’ in la’ la spiaggia libera e’ abbandonata a se stessa e assisteremo ai litigi del weekend fra i vigili e i cittadini per il classico divieto di sosta da cassa!

    • luigi torreti

      13 Luglio 2011 - 19:02 at 19:02

      lei non si rende conto di cosa parla. perché, prima di scrivere e di fare delle figure abbastanza modeste, non si informa un po’ meglio? io personalmente ho maltrattato altri interlocutori molto più energicamente, con lei sono indulgente perché é evidente che ella non ha una visione complessiva e civica della situazione e, tecnicamente parlando, è genericamente e qualunquisticamente incazzato. però, per non fare la figura di quello incazzato a prescindere, abbia la cortesia di informarsi, prima di scrivere. un contributo su questo blog può essere utile a tutti, quindi cerchi di dire cose interessanti e fondate. qui c’é gente che perde del tempo a leggerci e non è corretto sparare a casaccio tutto quello che ci passa per la testa. grazie per l’attenzione.

  2. Valentino Valentini

    14 Luglio 2011 - 12:41 at 12:41

    Maurizio? Caso patologico di qualunquismo e di parole in estrema libertà

  3. Valentino Valentini

    14 Luglio 2011 - 17:43 at 17:43

    l’unica raccomandazione che mi sento di fare al direttore è quella di bannare i post anonimi

  4. Maurizio

    14 Luglio 2011 - 18:02 at 18:02

    Poi dicono che non ci sono “secondi fini” sul litorale, inviterei la Procura di Velletri ad indagare su gli interessi a demolire! Buon spunto giornalistico per il Direttore! \r\nQuando la verita’ fa’ male.

  5. luigi torreti

    14 Luglio 2011 - 18:16 at 18:16

    gentile direttore, i miei commenti “awaiting moderation”, estremamente “moderate”, sono già atati pubblicati, come quelli dell’interlocutore, quindi la invito a reintrodurli nel blog. naturalmente può anche contattarmi in parallelo sul mio recapito email. quello che ho detto che andavo a fare, lo ho già fatto, per ora solo verbalmente.

    • Direttore

      14 Luglio 2011 - 18:41 at 18:41

      Buonasera Luigi, ho tolto – ma sono comunque a disposizione delle autorità competenti qualora ce ne fosse il bisogno, visto che si è parlato di eventuali denunce – solo i commenti relativi al “vivace scambio di battute” che ha provocato la decisione di rimettere la moderazione. Speravo che la registrazione obbligatoria evitasse questa fase, ma a quanto pare mi sbagliavo. Quei commenti sono stati tolti anche per evitare che altri avessero la tentazione di usare questi spazi per poter “sparare a zero” contro chiunque.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy