Home News Cronaca CRIMINALITA’, NUOVA CALIFORNIA E TOR SAN LORENZO SI RIBELLANO: DOMENICA TUTTI IN...

CRIMINALITA’, NUOVA CALIFORNIA E TOR SAN LORENZO SI RIBELLANO: DOMENICA TUTTI IN PIAZZA CON IL CDQ

La morte di Iolanda Maria Aquarone, l’anziana donna deceduta il 5 ottobre probabilmente a seguito dei maltrattamenti subiti nel corso di un tentativo di furto nella sua abitazione da parte di due balordi ha riacceso i riflettori sul problema microcriminalità che affligge pesantemente i quartieri di Nuova California e Tor San Lorenzo, ad Ardea. Gli abitanti più volte, in passato, hanno invocato maggiori controlli, una più massiccia presenza delle forze dell’ordine e più attenzione da parte dell’Amministrazione comunale, ma finora la situazione non ha visto nessun miglioramento. Per questo il Comitato di Quartiere “Associazione Nuova California” ha indetto un incontro, fissato per domenica 16 ottobre, al quale sono stati invitati il Sindaco di Ardea Carlo Eufemi, l’Assessore alle Politiche della Sicurezza della Provincia di Roma Ezio Paluzzi, l’Assessore alla Sicurezza della Regione Lazio Giuseppe Emanuele Cangemi, i Comandanti dei Carabinieri del Gruppo Frascati, della Compagnia di Anzio, il Commissario di Anzio ed il Comandante della Polizia Municipale del Comune di Ardea, oltre ai cittadini ed alla stampa locale e nazionale. “Abbiamo fissato l’appuntamento per le 15:30 – ha dichiarato Piero D’angeli, presidente del CdQ – al Parco dell’Unita d’Italia. Si tratta del secondo incontro pubblico con i cittadini per parlare dei tanti problemi che affliggono ormai da anni il nostro quartiere. Nel corso della riunione pubblica verranno di nuovo affrontate le tematiche riguardanti l’elevato tasso di delinquenza nel nostro territorio, l’eccessivo abuso di alcol anche in età adolescenziale, il fenomeno della massiccia presenza di prostitute che affollano il nostro tratto di litorale ed il grave problema legato all’insediamento abusivo di rom all’interno del complesso le Torri. Abbiamo fatto decine di segnalazioni per la grave pericolosità che tale insediamento porta al quartiere, purtroppo continuiamo a vedere un notevole disinteresse da parte di tutte le Istituzioni alla risoluzione di questo annoso problema”. Anche se scoraggiato dalla mancanza di risposte concrete, D’Angeli non si arrende. “Considerato che nel quartiere di Tor San Lorenzo e Nuova California risiedono quasi quindicimila famiglie, e molti cittadini hanno totalmente perso fiducia nelle istituzioni e cosa ben più grave si è persa completamente la percezione della sicurezza nel nostro quartiere, ho deciso di invitare alla riunione le più alte cariche rappresentative del territorio. La loro presenza sarebbe un segnale positivo nei confronti di tutti quei cittadini che ancora credono nella giustizia e nella legalità”.