Home News Cronaca DEMOLIZIONI, EUFEMI FA “100”

DEMOLIZIONI, EUFEMI FA “100”

Continuano le demolizioni degli immobili abusivi sul Lungomare di Ardea nell’ambito del programma di riqualificazione e riassetto urbanistico fortemente voluto dal Sindaco Carlo Eufemi e dall’Amministrazione comunale. Questa mattina sono partite le operazioni (in parte eseguite dal Comune di Ardea, in parte dagli stessi proprietari a seguito dell’ordinanza comunale) che interessano ben 10 unità abitative e che consentiranno all’Amministrazione Eufemi di toccare “quota 100”. “Raggiungiamo quota cento unità abitative abusive demolite sul lungomare e sulle aree di pregio  – dichiara Eufemi – E’ l’obiettivo che ci eravamo prefissi e che supereremo nei prossimi giorni. E’ un risultato straordinario che dimostra ulteriormente la nostra ferma volontà di liberare la costa dal cemento attraverso fatti e azioni concrete. Stiamo smantellando pezzo pezzo il ‘serpente di mattoni’ che per anni ha impedito la vista del mare riconsegnando ai cittadini la fruizione del paesaggio naturale. Portiamo avanti il programma delle demolizioni con una certezza: quella di aver avviato in questi anni una profonda trasformazione della costa e di aver lasciato una serie di provvedimenti che devono soltanto essere attuati. Ho dato disposizione di procedere tutti i giorni alla demolizione di tutti quegli immobili abusivi sulla costa che è possibile eseguire a seguito dei pronunciamenti dei tribunali. Arrivo fin dove posso con il tempo e le risorse ancora a disposizione. Chi verrà dopo di me dovrà continuare per restituire totalmente il litorale alla fruizione collettiva”. “Tra pochi giorni – aggiunge il Sindaco – inizieranno anche i lavori di completamento della sistemazione del Lungomare degli Ardeatini con marciapiedi, arredo urbano, illuminazione e piste ciclabili. La linea da seguire è questa: togliere case e riqualificare dove c’era cemento. E’ un’opera lunga, ma ineluttabile per poter avere credibilità di fronte ai cittadini, senza aver timore di calpestare interessi di parte e privilegi. Rivolgo un plauso particolare agli uffici Urbanistica, Legale e Polizia Municipale che non hanno mai smesso di credere in questa battaglia perseguendo il risultato con determinazione”.