Home News Cronaca ELEMENTARE VIA VARESE, LAVORI DI MANUTENZIONE A CURA DEI GENITORI

ELEMENTARE VIA VARESE, LAVORI DI MANUTENZIONE A CURA DEI GENITORI

scuolaRestyling fai da te alla scuola elementare di via Varese, dove i volenterosi genitori degli alunni hanno sopperito alle mancanze dell’Amministrazione comunale tinteggiando le pareti delle aule prima dell’apertura delle scuole, prevista per la prossima settimana. Lodevole l’iniziativa dei genitori, che nel loro tempo libero si alternano per effettuare un lavoro – in un edificio pubblico – in sostituzione del Comune. Come è possibile che in un Comune come Ardea, dove il sindaco non fa che pubblicizzare che tutto funziona, i cittadini siano costretti ad improvvisarsi imbianchini per offrire un ambiente più confortevole ai loro figli durante le ore scolastiche? Come è possibile che il sindaco pro tempore, responsabile dello stabile, possa permettere che delle mamme e dei papà si sostituiscono agli operai del Comune? Cosa potrebbe accadere se uno di loro dovesse cadere dalla scala o dal trabattello per eseguire un lavoro di cui forse nessuno sa nulla? Del fatto è stata avvertita la locale tenenza dei carabinieri, che certamente avrà provveduto a far allontanare i provetti imbianchini e a stilare un rapporto. Sembra che già da lunedì prossimo altri genitori affiancheranno i loro “colleghi” improvvisandosi giardinieri per il taglio dell’erba in alcune  scuole del territorio, nel caso in cui il Comune non provvederà a farlo con il personale da lui designato e con tutte le garanzie di legge. Ricordiamo che il consigliere Luca Fanco di recente ha presentato una denuncia per il modo in cui vengono ingaggiati gli operai per il taglio dell’erba su viale Nuova Florida, chiedendo di sapere se questi potevano svolgere il lavoro che stavano facendo. Sulla vicenda sono state avviate le indagini da parte dei carabinieri, che hanno già sentito il responsabile del settore. Certo che nessuno, consiglieri, assessori o lo stesso sindaco, potrà vantarsi della tinteggiatura delle aule scolastiche: anzi, tutti dovrebbero provare un po’ di vergogna per i lavori non eseguiti per migliorare la vita dei figli dei contribuenti.

Luigi Centore

scuola1