Home News Cronaca “MANO AMICA”, DIPENDENTI SENZA STIPENDIO DA MESI

“MANO AMICA”, DIPENDENTI SENZA STIPENDIO DA MESI

La cooperativa “Mano Amica”, che gestisce circa 80 assistenti di sostegno, non riscuote i crediti dal Comune e, di conseguenza, non paga i dipendenti. Questo è quanto succede in questi giorni ai dipendenti della cooperativa che si occupa del sostegno ai disabili nelle scuole e a domicilio. Il personale, spiegano gli stessi lavoratori, da quando è iniziato l’anno scolastico ha percepito il pagamento solo dei primi quindici giorni, poi più nulla. La situazione per loro è drammatica, in quanto durante la chiusura delle scuole non lavorano e quindi non percepiscono nulla, salvo una piccola percentuale che svolge anche il servizio a domicilio. L’ultimo vero stipendio preso, quindi, è quello dello scorso giugno, ed il rischio è quello di non ricevere nulla almeno fino a gennaio, quando potrebbero ricevere un altro acconto, sempre che il Comune sia in condizione di pagare. Il personale che si interessa dei disabili è formato in maggioranza da giovani donne laureate, che per contratto dovrebbero prendere circa sette euro l’ora, meno di una donna delle pulizie. Molte di loro provengono dai Comuni limitrofi e spesso sono costrette a spostarsi da una scuola all’altra o da una abitazione all’altra a proprie spese. Un’assistente, che vuole rimanere anonima, ha dichiarato: “Molte di noi hanno figli e questa è l’unica entrata, credo proprio che questo sarà davvero un Natale triste”. Lo sconforto trapela anche dalle parole di un’altra lavoratrice . “Non capisco come il Comune possa affidare appalti  a ditte che non sono in grado di garantire gli stipendi. Noi, per senso di responsabilità e per amore dei bambini di cui capiamo le necessità, continuiamo a dare assistenza, ma così non so quanto si potrà andare aventi”.

Luigi Centore