Home News Cronaca NONNI ON LINE, SECONDO ATTO

NONNI ON LINE, SECONDO ATTO

Nonni tecnologici: a Pomezia la terza età non è certo quella di una volta, visto che questa sera erano più di un centinaio i “nati prima” (guai a chiamarli anziani) che hanno ritirato l’attestato di frequenza ai corsi di informatica “Nonni on line” organizzati dall’Amministrazione Comunale con la collaborazione dei 4 Centri Anziani – Pomezia, Torvaianica Centro, Martin Pescatore e Campo Ascolano – del territorio. Un successo che ha ha superato le aspettative, visti i dati registrati: si prevedevano 4 corsi, ma, visto il numero di richieste, ne sono stati realizzati 9. Le ore di corso, sempre secondo le previsioni, dovevano essere 100, ma sono diventate 130. Anche il numero degli iscritti è di gran lunga maggiore rispetto al previsto: gli ipotetici 80 sono diventati 125. Pur riconoscendo tutti i meriti dell’Amministrazione e, in particolare, dell’ex Presidente del Consiglio Marco Mesturini e del Sindaco Enrico De Fusco, un plauso va sicuramente ai Presidenti ed alle dirigenze dei Centri, che hanno saputo coordinare con abilità il percorso necessario alla riuscita dell’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione. “E non sarà l’ultima – hanno promesso all’unisono Mesturini e De Fusco – dal momento che le richieste sono già tantissime”. Le scuole del territorio hanno infatti già dato la loro disponibilità per lezioni da tenersi nel periodo invernale, anche per dare l’opportunità a coloro che, a causa maggiori impegni familiari, non hanno potuto partecipare ai corsi estivi. Corsi che adesso avranno diversi livelli di difficoltà. “Andremo dalle lezioni “base”, per chi non sa neanche come si accende un PC – ha spiegato il prof. Lanzoni, titolare del corso – a quelli un po’ più avanzati, per chi ha già conoscenze di informatica o ha già frequentato uno dei corsi precedenti”. Ovviamente non manca l’utilizzo di internet e, per chi non ha l’attrezzatura a casa, l’alternativa è quella di utilizzare la postazione del Centro Anziani di appartenenza: ognuno è infatti dotato di strumentazione all’avanguardia e collegamento ADSL, tranne la sede di Campo Ascolano, che avrà l’accesso alla rete nei prossimi giorni. La festa per la consegna degli attestati si è svolta nella sede di Torvaianica, gremita per l’occasione, dotata di una sala sufficiente per ospitare anche gli iscritti degli altri centri. Soddisfazione per il progetto è stata espressa da tutti i Presidenti dei Centri, ed in particolar modo da Sebastiano Scirè, che con i suoi 86 anni è l’anima organizzativa di ogni iniziativa. “Vorrei che ci fossero più occasioni come questa, dove gli iscritti dei vari centri possano incontrarsi, confrontarsi e socializzare, andando al di là della piccola delimitazione territoriale”, ha dichiarato. Concorde con Scirè anche il Presidente del Centro di Pomezia, che chiede ancora più attenzione da parte delle Istituzioni. “Abbiamo 654 tesserati, ma lo spazio a nostra disposizione è troppo poco, soprattutto vista la lunga lista di persone che vogliono iscriversi”. Effettivamente la stranezza c’è: Pomezia può contare su un solo centro, mentre Torvaianica, che ha molti meno abitanti, ne ha addirittura 3. Tornando ai corsi d’informatica, il Comune ha determinato dei giorni in cui l’insegnante sarà a disposizione degli anziani direttamente sul posto, per dare assistenza sull’utilizzo della postazione informatica. E’ inoltre stato messo in rete il sito www.sempregiovaniomezia.com, a cui i Centri avranno accesso per poter inserire foto, commenti e storie. “Sarà un modo per avere dei ricordi tangibili non solo di questa esperienza e di questa serata, ma anche di creare una memoria anche fotografica di quanto verrà fatto all’interno di ogni centro. Il prossimo passo dell’Amministrazione – ha spiegato Lanzoni – sarà infatti quello di dotare ogni sede di una macchinetta digitale, che potrà essere utilizzata per fermare i momenti più belli delle vostre attività”.\n\n