Connettiti con noi

Cronaca

RIFIUTI SELVAGGI, LE PRIME MULTE

Pubblicato

il

Prima “vittima” dei controlli anti “rifiuto selvaggio”. Questa mattina è infatti stata bloccata e poi multata dagli agenti della pattuglia della polizia municipale della squadra ambiente  una giovane donna che, scesa da un furgone, stava depositando del materiale ingombrante nei cassonetti dell’immondizia siti nel parcheggio di via Bergamo. La municipale impegnata nel controllo in un’altra zona del territorio, è stata fatta giungere sul posto dai carabinieri di pattuglia in zona per il normale controllo del territorio. I militari dell’Arma hanno comunicato alla squadra specializzata della polizia municipale quanto stava accadendo. La municipale, subito intervenuta, così come previsto dalle recenti regole comunali e come indicato dal responsabile del settore Maggiore Maria D’Alessandri, dopo aver identificato la donna intenta a gettare gli ingombranti ed averle spiegato che per gettare tale  materiale doveva essere chiamata la ditta che gestisce la raccolta differenziata, hanno provveduto ad elevarle una pesante sanzione, il tutto nel rispetto dell’ordinanza sul decoro urbano emessa dal sindaco Carlo Eufemi. Le multe vanno da un minimo di cinquanta ad un massimo di cinquecento euro, se poi si viene sorpresi a gettare materiale tossico o nocivo tipo amianto, si incorre anche in una denuncia penale. “Un’operazione – ha detto il sindaco – che si è realizzata grazie al controllo di prevenzione che i carabinieri svolgono quotidianamente sul territorio ed alla collaborazione tra carabinieri e polizia municipale, con l’intento di ripristinare la legalità”. Proprio per garantire un maggior rispetto di questa ordinanza il sindaco Eufemi, insieme ai responsabili dell’ufficio ambiente, come l’assessore Nicola Petricca ed il dirigente Antonello Rocca, poco più di un mese fa erano stati nominati otto ispettori ambientali, incaricati di tutelare un territorio da anni martirizzato dall’inciviltà di tanti cittadini insensibili e refrattari a qualsiasi norma igienico sanitaria e di decoro urbano.

Luigi Centore

6 Comments

6 Comments

  1. luigi torreti

    6 Gennaio 2012 - 18:48 at 18:48

    vittima è proprio la parola giusta: ma è possibile che in questo totale casino (leggo di ardea, ma è certo per pomezia) questa (oggi 6 gennaio 2012) è la prima multa elevata a qualcuno che trasgredisce.\n\ncara direttore: chieda alle due polizie municipali , per pubblicarlo sul giornale, negli ultimi dieci anni, quante multe sono state elevate per l’improprio conferimento di rifiuti e a quale tipo di trasgressori.\n\nsecondo voi qualche multa non dovrebbe essere elevata anche ai due comuni e al loro personale?\n\np.s: vittima in senso statistico, se ha trasgredito la multa è giusta, però qualcuno prima credo che ci sia stato…

    • Anonimo

      6 Gennaio 2012 - 23:17 at 23:17

      Per “prima” si intende, per il Comune di Ardea, da quando è stata emessa la nuova ordinanza. Sia ad Ardea che a Pomezia ci sono stati altri cittadini multati, ma non so dire quanti.

      • luigi torreti

        7 Gennaio 2012 - 12:08 at 12:08

        francamente non vedo perché ancora oggi c’é bisogno di “nuove” ordinanze, ma non sono così addentrato nei misteri di ardea. su quelli di pomezia molto  di più e confermo la richiesta: andate a farvi dire quante multe hanno fatto negli ultimi dieci anni per infrazioni o reati alla disciplina della “monnezza”. e, a proposito, che esito ha avuto la recente  ordinanza “contro la prostituzione”? non chiacchiere, ma numeri, eh!\n\ngrazie dell’attenzione

  2. Max

    6 Gennaio 2012 - 20:31 at 20:31

    e  ravi. Ave beccato proprio la persona giusta. Vergogna. Ma uno la mondezza dove la deve buttare porca miseria. Nei cassonetti dico io. Quella povera donna è solo una vittima. Ma ribelliamoci a questa amministrazione schifosa che ha introdotto la raccolta differenziata e poi la messa nel dimenticatoio.\nLo sapete che noi facciamo la raccolta differenziata e i camion, quando la ritirano, mettono tutto insieme. Alla faccia dei nostri sforzi. Ed infatti io sono 4 mesi che non la faccio più. E nessuno dice nulla. Come mai? Perchè quella della raccolta differenziata è stata solo fumo negli occhi da parte di De Fusco in vista delle elezioni.\n

  3. Maurizio

    7 Gennaio 2012 - 13:06 at 13:06

    Sapete Voi cosa fare e cosa non fare con la mondezza? Tutto chiaro?Tutte pecore che permettono a questi amministratori di fare il cattivo gioco. Andra’ a finire male e non sara’ piu’ evitabile.

  4. Massimo

    7 Gennaio 2012 - 18:55 at 18:55

    non capisco bene cosa stiate dicendo, ma se pensate che sia giusto abbandonare i rifiuti per strada prego accomodatevi, poi non vi lamentate dello schifo che ci sarà in giro per le strade di Ardea.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy