Roma, chiuso lo strip club. E spunta il cartello shock: “Vietato avere il ciclo nei weekend”

Pubblicato il
strip club

Uno dei più conosciuti strip club di Roma, il Poppea, è stato chiuso. Il locale, in via Capo d’Africa, ad appena duecento metri dal Colosseo, nel centro storico, ha ricevuto uno stop dopo la visita dell’Asl. Infatti, non sarebbero state garantite le misure di sicurezza necessarie.

Roma, viaggio nel mondo dei night club: balletti sexy da 80 euro per 10 minuti

Chiuso lo strip club Poppea dopo la visita della Asl

Durante il controllo dei sanitari, accompagnati da municipale, polizia e guardia di Finanza, sono emerse altre anomalie. Nelle borsette di alcune ballerine è stata trovata della sostanza stupefacente, cocaina. Ma c’è di più.

Il cartello della vergogna

Nel camerino era affisso un cartello equivoco e decisamente poco elegante, firmato dalla direzione del locale: “È severamente vietato avere il ciclo nei giorni di giovedì, venerdì e sabato“. Il legale del gestore dello strip club, ha parlato di una ‘goliardata’. “Il mio assistito — ha spiegato l’esperto penalista Maurizio Sangermano al quotidiano “La Repubblica” — ha sottolineato agli stessi agenti che si trattava di una burla, alcuni di loro hanno capito e hanno sorriso. Stiamo presentando tutta la documentazione che attesta come il locale sia in regola. Siamo ottimisti sul fatto che — ha sottolineato ancora l’avvocato Sangermano — il club possa essere prossimamente riaperto”.

Lo strip club Poppea annovera tra i suoi clienti, anche per la sua posizione centrale, una clientela particolarmente facoltosa: imprenditori, politici locali, ex calciatori della Roma.

Impostazioni privacy