Connettiti con noi

Cronaca

SCANDALO BROGLI AI SEGGI ELETTORALI, DENUNCIATO CONSIGLIERE COMUNALE DI ARDEA

Pubblicato

il

Scandalo elezioni ad Ardea. Nel seggio di Tor San Lorenzo, nella scuola media di via Campo di Carne, è stato colto in flagranza di reato per violazione della  legge elettorale un consigliere comunale di Ardea, il capogruppo dell’UDC Policarpo Volante, mentre distribuiva “santini” elettorali ad una scrutatrice del seggio n. 13, presieduto da un altro consigliere comunale, l’esponente della Lista Eufemi Franco Marcucci, in quel momento assente e sostituito dal vicepresidente. Il fatto è avveuto intorno alle 16:00. Ad accorgersene gli agenti della Guardia di Finanza di Nettuno in servizio elettorale presso la scuola. Ai finanzieri si sono poi uniti gli uomini della Polizia di Stato, della Questura di Anzio. Le persone coinvolte sono state portate nell’aula adibita a posto di controllo di polizia e trattenute per quasi tre ore, durante le quali Policarpo Volante è stato denunciato piede libero ed invitato ad eleggere domicilio. Sembra essere ancora al vaglio degli inquirenti la posizione della scrutatrice, segnalata alla Procura di Velletri, che è stata rimossa dall’incarico dall’ufficio elettorale di Ardea e sostituita.


13 Comments

13 Comments

  1. M5S

    25 Febbraio 2013 - 00:36 at 00:36

    Andate e votate per il cambiamento!!!!

  2. Fabio Meardi

    25 Febbraio 2013 - 00:55 at 00:55

    Ciò che io tempo sono le porcate con i voti dell’estero. Vi ricordate i filmati con telecamera nascosta nel 2006? Bersani & C. potrebbero riprovarci e sono sufficientemente incistati in queste posizioni da riuscirci. Vigilare è imperativo.

  3. Loretta

    25 Febbraio 2013 - 06:13 at 06:13

    Attenti la matita non e’ copiativa si cancella con una gomma ..io la ho portata da casa e il segno si cancellava completamente lo ho fatto mettere a verbale ma il fattaccio resta..se il nostro voto si puo’ cancellare quanto vale? Zero\n

  4. valentino valentini

    25 Febbraio 2013 - 11:47 at 11:47

    Non è il solo ad aver violato la legge elettorale. Si da notizia che due votanti M5S abbiano fotografato la scheda elettorale votata all’interno della cabina e poi postata su facebook. Si tratta dei signori Roberto Buri e Amedeo Sollazzo. Si ipotizza il reato di voto di scambio. Anche a Pomezia il M5S è incorso in violazioni di legge. I rappresentanti di lista, fra essi l’ex consigliere Fabio Fucci, passeggiavano nei corridoi esibendo i distintivi del M5S. Ho chiesto l’intervento della forza pubblica che ha invitato costoro a restare solo all’interno del seggio per non reiterare il mancato delle norme vigenti. Ma costoro non sono i paladini della legalità, o lo sono a orologeria?

    • Mauro Gabbarini

      25 Febbraio 2013 - 12:41 at 12:41

      Ma fatemi la cortesia… e mi riferisco in particolare a questo post.\n\nSiamo in un periodo che non si era mai visto.\n\nAndare a cercare e condannare il continuo sputtanamento che si legge nei vari post è ridicolo.\n\nAnche io ho votato e fatto la mia scelta e soprattutto ne sono lieto.\n\nChi poi ha pubblicato in rete la propria X io sono convinto che lo abbia fatto con esuberanza ma si vuole andare a condannare queste persone.\n\nQuando invece i brogli saranno sicuramente fatti… e saranno fatti dalla vecchia politica che è sempre esistita.\n\nIl voto di scambio non nasce oggi che ci sono i cellulari per dimostrarlo… nasce anni fa quando i candidati promettevano favori in cambio del voto.\n\nE grazie a questi favori e coloro che si sono piegati a questo mal costume che siamo arrivati a questo punto noi popolo e chi ci ha governato ha fatto quello che ha voluto danno le briciole a coloro che si sono piegati.\n\nQuindi andare a dire che 4 o 5 o 1000 persone fanno brogli indicando la loro preferenza o indossando una spilla a me fa ridere pensando agli squadroni di attacchini abusivi di manifesti che sono stati sguinzagliati in questi giorni.\n\nPersone che sono andate a spargere volantini manifesti con I MIEI CA**o DI SOLDI!!\n\ne non ci vanno di certo perchè credono nel partito o nelle promesse elettorali.\n\nAmmiro chi invece avendo la possibilità ha fatto della politica quasi un opera di volontariato investendo soprattutto il proprio tempo.

    • Marco Abramo

      25 Febbraio 2013 - 14:33 at 14:33

      Voto di scambio il m5s?! Ti stai sbagliando, il voto di scambio lo fanno gli altri, il m5s non ha da scambiare nulla, ci riempiamo subito la bocca facciamo nomi, e invece, si tratta di ragazzi entusiasti, che hanno voluto sigillare il loro voto con una foto, considerato che ora si fotografano anche nel cesso, e poi grande mente, uno esercita il voto di scambio e lo posta su FB!!! Accendete il cervello prima di sputtanare le persone, basta che si tratta del m5s e subito vi arrapate vi si stimola il, punto g, subito a criticare, eeeeeeh si vede che la rosicatura avanza imperterrita.

    • Mario d'alterio

      26 Febbraio 2013 - 00:56 at 00:56

      bla bla bla bla patetico.

    • Giancarlo Lanzone

      26 Febbraio 2013 - 01:03 at 01:03

      Dove è il reato nell’esporre il simbolo all’interno della scuola ???? Alla Pestalozzi ce l’avevamo tutti e di tutti i partiti perchè nessuno lo vieta anzi serve per distinguere chi è di servizio dalla gente normale !!! Hai le idee confuse .

    • aleandro

      27 Febbraio 2013 - 18:04 at 18:04

      e perchè non fai il nome di quella che ha imbrogliato al seggio 13 di Ardea,molto amica di Eufemi?!?!?

    • Fabio Fucci

      4 Marzo 2013 - 10:40 at 10:40

      Lo leggo solo ora. Valentino mi sorprendi perché a volte ti informi prima di (s)parlare.\n\nStavolta non è stato così, hai perso un’occasione. Riporto un passaggio della legge:\n\n\n\n”[…]I rappresentanti di lista:\na) hanno diritto di assistere a tutte le operazioni dell’Ufficio elettorale, sedendo al tavolo dell’ufficio stesso o in prossimità, ma sempre in luogo che consenta loro di seguire le operazioni elettorali;[…]\n\n\nI rappresentanti di lista, per l’esercizio delle loro funzioni, sono autorizzati a portare un bracciale o altro distintivo con riprodotto il contrassegno della lista da loro rappresentata.[…]”\n\n\nQuando abbiamo informato la forza pubblica della normativa in questione siamo stati autorizzati a rimanere nei luoghi previsti dalla legge.\n\n\nValentino ti vogliamo bene lo stesso, non c’è stata alcuna violazione della legge e ti risparmiamo anche una querela nei tuoi confronti.\n\n\nA presto.

  5. Enzo Forte

    25 Febbraio 2013 - 12:00 at 12:00

    ARRENDETEVIIIIIIIIII…SIETE CIRCONDATI DAL POPOLO ITALIANOOOOO…

  6. ciccio1927

    27 Febbraio 2013 - 15:52 at 15:52

    a norma di legge valentini ha ragione. il rappresentante di legge può esporre il simbolo della propria lista solo all’interno della sezione in cui è accreditato. il fatto che questo non lo rispetti quasi nessuno non vuol dire che non sia più legge…. altrimenti ha ragione berlusca quando parla delle tangenti….

  7. pvastrodol9

    1 Marzo 2013 - 08:26 at 08:26

    Valentino valentini e sempre il solito…forse gli brucia il risultato dell inesistente sel a pomezia….fattene una ragione…viva il popolo sovrano!!!

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it