Connettiti con noi

Cronaca

SLITTA CON LA MOTO, 18ENNE IN COMA

Pubblicato

il

Ancora un brutto incidente alla Nuova Florida. Ieri, intorno alle 12:40, un ragazzo ha perso il controllo della sua moto, per cause ancora da accertare: dopo aver sbandato, il giovane si è schiantato contro il muro di cinta di una villetta, all’incrocio tra via Venezia e via Trieste. Gianmarco D’Andrea, questo è il nome del giovane motociclista, si era trasferito da non molto tempo con la famiglia alla Nuova Florida ed era diventato padre appena una settimana fa. L’urto con il muro è stato violentissimo. Il giovane, che era senza casco, ha sbattuto la testa ed ha perso molto sangue. Immediatamente è stato soccorso dai proprietari della villetta, che si sono immediatamente resi conto della gravità delle ferite. Sul posto è intervenuta un’eliambulanza del 118. Polemiche per l’assenza delle forze dell’ordine: “Dove erano i carabinieri e i vigili urbani? – ha domandato un cittadino – Abbiamo visto solo un finanziere in licenza e un volontario della protezione civile”. Il giovane è ricoverato in prognosi riservata e si teme per la sua vita. Dalle ultime notizie, il giovane è in coma , con morte celebrale già dichiarata dai medici.

Alle polemiche sui ritardati soccorsi si aggiungono oggi quelle sul cattivo stato delle strade della zona. “Purtroppo – hanno commentato dal direttivo del Comitato di quartiere – questi sinistri si verificano con notevole frequenza poiché sono molte, alla Nuova Florida, le strade e gli incroci assolutamente privi di segnaletica, gli incroci “a raso” che costringono le auto ad invadere la carreggiata per poter vedere l’eventuale arrivo di altre vetture, senza contare la mancanza di illuminazione e le solite strade che con un eufemismo  definiremmo dissestate. Ci rendiamo conto delle difficoltà economiche dell’amministrazione ma crediamo anche che la sicurezza rappresenti una delle priorità assolute ed in previsione dell’inverno e di un minor numero di ore di luce riteniamo urgente , da parte del Comune, intervenire almeno nei punti più critici prima di essere costretti a piangere nuovi decessi come accaduto nell’incidente di poco tempo fa all’incrocio tra via Pisa e via Modena. Con un piccolo impegno ed un po’ di buona volontà si potrebbe quantomeno dipingere in terra la segnaletica negli incroci più a rischio?”.
Luigi Centore


7 Comments

7 Comments

  1. Francesca Romana Spinosa

    7 Ottobre 2012 - 17:01 at 17:01

    1 aveva 18 anni, 2 non erano due mesi ma è tanto che stava a nuova florida… Era un ragazzo meraviglioso… ciao gianmi <3

    • mariacorrao

      7 Ottobre 2012 - 20:05 at 20:05

      Abbiamo effettuato le correzioni. Ci scusiamo per l’errore

  2. Piergiorgio D'apostoli

    7 Ottobre 2012 - 17:44 at 17:44

    La morte è un mistero che non smetterà mai di sconvolgerci, ma quello che può aiutarci ad affrontarla è sapere che tutto il dolore che proviamo è solo per noi che rimaniamo…Anch’io ho affrontato un distacco come questo. Ti sia di conforto che il dolore, con il tempo , viene sostituito da un dolcissimo ricordo

  3. Maurizio

    7 Ottobre 2012 - 22:39 at 22:39

    Ardea e disseminata di trappole stradali che fa’ sbandare le auto, pensiamo per le moto. Condoglianze alla famiglia e un consiglio ai ragazzi motociclisti di non sottovalutare il problema e di tenere sempre la massima attenzione tenendo la distanza dai veicoli che lo precedono per anticipare le eventuali buche e deformazioni stradali. Inoltre, andate piano e siate sempre prudenti. Poi l’ufficio tecnico non faceva nulla prima pensiamo adesso che gli hanno dato fuoco!

  4. luigi torreti

    9 Ottobre 2012 - 11:44 at 11:44

    ovviamente dispiace moltissimo a tutti noi, però buttarla in politica o parlare di inidonea iluminazione stradale per un incidente avvenuto alle 12.40 mi pare un po’ fuorviante. poi anch’io c’ho qualche esperienza, e purtroppo non posso più parlare utilmente per questo ragazzo, però quando si guida bisogna tenere conto di come è la strada. se non si vede (la condizione della strada) si va piano.\n\nse fa schifo (e spesso è così) ci si deve regolare di conseguenza, a parte il codice della strada.\n\nebbi un clamoroso incidente col motorino, tanto tempo fa, e addirittura avevo ragione per fatti di precedenza, ma era successo solo perché c’era un incrocio che non si vedeva e non l’avevo visto (comune sempre di ardea).\n\naltra esperienza (e ho visto direttamente e da molto vicino, almeno altri tre casi, con complessivi cinque morti, senza contare terribili situazioni al pronto soccorso, con ragazzi disperati in attesa di qualche notizia).\n\nquando c’è un morto con la moto la tragedia è più grande e straziante perché è sempre un odore di cosa “stupida”, un’eventualità piccola o una piccola disattenzione che toglie la vita, generalmente a ragazzi e ragazze. è la stessa cosa delle “morti bianche” sul lavoro: un secondo e muori distruggendo anche la tua famiglia. e non è poco.\n\na quattordici anni (un mese ingessato dal busto, altezza ombelico, all’estremo del braccio sinistro), rimasi mesi e mesi incazzato, con me stesso, e desolato perché avevo fatto un errore piccolo piccolo, anche se in teoria avevo pure la precedenza (preso da sinistra). \n\npurtroppo non basta mai nemmeno la prudenza, quindi… purtroppo lo dico solo per gli altri che ci sono ancora, anche se poi ho avuto ancora un po’ di moto, ma solo fuoristrada: casco integrale, giacca tosta (il mio gomito sinistro era praticamente esploso, mi pare otto pezzi) e pantaloni solidi e calzature idonee. e poi non fidatevi, neanche di voi stessi.\n\nmi dispiace davvero, come in tutti gli altri casi.

  5. FRANCESCO FISH

    13 Ottobre 2012 - 12:42 at 12:42

    UN SALUTO A TE GIANMARCOOO 6 RIMASTO NEL CUORE DI TUTTI QUELLI CHE HANNO AVUTO LA FORTUNA D CONOSCERTI …LA VITA AVVOLTE FA DELLE BRUTTISSIME SORPRESE …. MOLTO INGIUSTE \n

  6. Ale22

    13 Ottobre 2012 - 14:45 at 14:45

    Dopo aver visto quanta gente era presente x salutarti martedì e quante testimonianze d affetto ci sono nella vita di tutti i giorni posso solo dirti che eri speciale …. Mi mancherai da togliere il respiro…. Ciao capoc cione….ale22

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it