Struttura abbandonata di Colle degli Abeti murata: la fine di una storia di degrado e criminalità

Pubblicato il
Stabile murato a Colle degli Abeti a Roma

È finita la storia della struttura abbandonata degli orrori a Colle degli Abeti, a Roma. Nella giornata di ieri, come annunciato anche dal Comitato di Quartiere locale, la struttura è stata finalmente murata. Dopo l’acquisizione di un privato negli ultimi giorni di ottobre 2023, ora lo spazio è stato murato al fine di evitare eventuali occupazioni abusive nei prossimi giorni o nelle prossime settimane. 

Finisce la storia della struttura abbandonata a Colle degli Abeti

La scelta è scattata dopo una lettera del CdQ alla Procura della Repubblica, dove il presidente Fabio Piccinelli evidenziava come questo spazio fosse diventato “un polo dell’illegalità” e un’area franca dal controllo dello stato italiano. Dopo la vicenda legata all’uccisione di centinaia di tartarughe da terra, mangiate dai clochard che occupavano lo spazio o utilizzate per riti occulti, nell’area ormai da un decennio si vedeva la messa in atto di una moltitudine di attività criminali. 

La commissione municipale per le condizioni dello stabile abbandonato

In concomitanza alla chiusura al pubblico di questo locale, anche il VI Municipio di Roma Capitale si è mosso sulla vicenda. In una Commissione Patrimonio, avvenuta peraltro nella giornata di ieri, si è parlata dell’abbandono di questo spazio e la condizione di alcuni clochard che ci vivevano all’interno: ai problemi mentali che li affliggevano, lo stesso CdQ locale evidenziava “la pericolosità oggettiva” di alcuni soggetti che vivevano quest’area. 

“Speriamo arrivi un supermercato”

Per la chiusura della struttura abbandonata, arriva un’iniziale soddisfazione per l’azione dello Stato verso questo stabile. Sentendo la cittadinanza, c’è l’oggettiva voglia di vedere uno scopo per questo spazio. Chi dice come vorrebbe vederci all’interno “un supermercato”, chi invece spiega come “sia meglio qualsiasi cosa” in confronto al degrado che caratterizzava questa struttura in cemento armato che affaccia su via Corti. Saranno cruciali i prossimi mesi, per vedere cosa oggettivamente verrà fuori. 

Foto: Comitato di Quartiere Colle degli Abeti

Impostazioni privacy