Home News Cronaca TORVAIANICA SU RAI TRE TENTA IL RILANCIO TURISTICO

TORVAIANICA SU RAI TRE TENTA IL RILANCIO TURISTICO

\n\nOttima vetrina, quella che la mattina del 20 ottobre vede esporre come “prodotto” principale Torvaianica. Il TG 3 dedicherà infatti un lungo servizio al litorale pometino durante la rubrica “Buongiorno Regione”, che andrà in onda domattina in diretta a partire dalle ore 7:30. Una sveglia all’alba, quindi, che può però servire ad accendere i riflettori su un territorio troppo spesso bistrattato. L’Amministrazione comunale sarà presente con il Primo Cittadino, Enrico De Fusco, che spiegherà il suo progetto di riqualificazione del litorale, che parte con l’attuazione della delibera firmata nel 2007, la quale dovrebbe consentire al Comune di acquisire dai privati, attraverso la compensazione e la perequazione, immobili fatiscenti per demolirli, liberando così la costa e cedendo ai proprietari una quota parte di nuove costruzioni, che troveranno spazio nella parte retrostante il litorale, sempre dentro il centro abitato e vicino a tutti i servizi. Nei giorni scorsi è stato pubblicato l’avviso alla cittadinanza, nel quale vengono illustrati i vantaggi che tale operazione comporterebbe sia per chi aderisce, sia per l’intero territorio, che – libero dalle costruzioni a ridosso della spiaggia – assumerebbe un aspetto più “turistico”. Alla trasmissione di domattina parteciperanno anche alcune delegazioni di operatori turistici e commerciali del settore, che daranno il loro contributo, sotto forma di idee e proposte, sempre sul tema del rilancio turistico ed economico di Torvaianica. L’intervista sarà condotta da Lazzaro Pappagallo ed avrà come location un noto stabilimento balneare.\n\n“Quella della compensazione e’ una novità assoluta per la nostra realtà – ha spiegato il Sindaco – perché nel Lazio nessuno prima di noi ha mai intrapreso questa strada. Proponendo ai cittadini di lasciare le loro proprietà, che siano costruzioni o terreni non edificati, incentivandoli offrendo una cubatura triplicata nelle zone di Campo Ascolano, Martin Pescatore e Torvaianica Alta, abbiamo addirittura anticipato le scelte di Enti superiori di ben due anni: la Regione Lazio ha infatti previsto nel 2009 dei piani di recupero ambientale molto simili a quello da noi approvato nel 2007”. Ma perché pubblicare il bando solo ora e non tre anni fa? “Questo tempo è servito per trovare le aree da offrire a chi aderirà al progetto di recupero ambientale. Abbiamo lavorato sui piani particolareggiati di tre quartieri, ricavando delle aree da destinare alla compensazione. Spero che chi vorrà dare la disponibilità comprenda l’importanza di questo progetto, che porterebbe non solo una rivalutazione turistica della nostra costa, ma anche e soprattutto la salvaguardia dell’ambiente, che troverebbe quella protezione che è mancata per decenni. Certo non si potrà mai rimediare a sessanta anni di scempi, ma questo potrebbe essere il primo passo verso un’edilizia più consapevole e rispettosa”.