Connettiti con noi

Ambiente

Classifica pasta, le migliori marche secondo Altroconsumo

Pubblicato

il

miglior pasta Italia

C’è chi preferisce una farina ad un’altra, chi adora la pasta corta e chi ama farla in casa, chi sperimenta gusti nuovi e chi non può fare a meno di uno spaghetto al pomodoro. Ma se c’è una cosa a mettere d’accordo tutti gli italiani, quella è proprio la pasta

Ne conosciamo di tutti i tipi, di tutte le varietà e di tutte le marche: tuttavia, per i più curiosi e/o certosini, è finalmente arrivata la classifica della miglior pasta stilata da Altroconsumo. Per elaborare la “classifica” sono stati effettuati test in laboratorio (per scoprire il contenuto di fibre, proteine o eventuali impurità) ma anche test di cottura (la tenuta della pasta, la callosità e così via). Scopriamo quindi insieme il podio della “migliore pasta” secondo Altroconsumo. 

La migliore marca per la pasta, 2021 

Secondo Altroconsumo il primo posto va a Libera Terra con un punteggio di 79/100. Libera Terra è un’azienda raggruppa differenti cooperative assieme che aderisco all’associazione Libera, fondata da Gian Carlo Caselli e don Luigi Ciotti combatte contro la mafia. Al secondo posto abbiamo, invece, la linea Equilibrio di Esselunga; creata dalla catena per rispondere a specifiche esigenze nutrizionali ha ottenuto un punteggio di 74/100. Al terzo posto, invece, c’è la Sgambaro: un’azienda veneta creata da un mugnaio della Cittadella che creò nel 1937 una farina di alta qualità; con un punteggio di 72/100

Nella classifica però rientrano anche tante paste che troviamo nei supermercati sparsi in tutta Italia: la Viviverde di Coop ha una votazione di 63/100. Mentre la Carrefour ottiene un 57/100 e Conad 54/100. 
Tra le marche famose presenti nelle dispense degli italiani invece abbiamo: la Voiello con 69/100, la Barilla e la De Cecco con 66/100, la Molisana con 65/100 e la Rummo con 64/100. 

Come scegliere una buona pasta?

Ci sono dei piccoli dettagli a cui prestare attenzione per esser certi di comprare un buon pacco di pasta. Innanzitutto il colore: deve essere di un giallo intenso. Il rumore anche è importante, quando si spezza dovrà fare un rumore secco. L’ultima attenzione riguarda i punti neri o bianchi: entrambi sono segno di una pessima qualità, nel primo caso indicano impurità, nel secondo una lavorazione non impeccabile. 


Di Tendenza

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it