Home Inchieste e Approfondimenti Disabilità, Daniele e la sua vita a combattere contro le barriere architettoniche...

Disabilità, Daniele e la sua vita a combattere contro le barriere architettoniche di Ostia

Daniele De Luca è una persona portatrice di disabilità ed ex membro della Marina Militare italiana ora residente a Ostia, che giornalmente combatte contro il gravissimo problema delle barriere architettoniche presenti in questo territorio.

Da diversi anni è costretto vivere in uno stato di totale disabilità, pervenuto in seguito alla comparsa di un’angioma al cervello: un problema questo probabilmente scaturito durante la sua attività in Marina sulle navi da guerra, dove ci racconta che un recente dossier ha dimostrato la presenza di amianto sui vecchi modelli di queste imbarcazioni.

Attualmente la vita di Daniele è una continua battaglia contro le barriere architettoniche, che addirittura lo limitano a livello di mobilità all’interno della propria casa sua. Infatti De Luca attualmente risiede nelle case popolari di via delle Azzorre, dove già in diversi frangenti è rimasto segregato per la sua disabilità all’interno delle proprie mura casalinghe

Se lo scorso anno il malfunzionamento dell’ascensore condominiale lo aveva imprigionato dentro casa e addirittura costretto a spostarsi dal balcone – vivendo al primo piano – con l’aiuto del gruppo dei Vigili del Fuoco locali, oggi questa persona purtroppo fa notare come dentro alla propria abitazione non può neanche andare al bagno poiché la carrozzina con cui si sposta non riesce a passare attraverso le porte dell’appartamento.

Nonostante in più occasioni abbia esposto il problema anche agli uffici dediti alla Politiche Sociali del X Municipio e richiesto di essere spostato in un altro appartamento di Ostia per migliorare la propria qualità della vita, dall’Amministrazione locale al momento sono arrivate solamente promesse senza però azioni concrete. Uno spostamento di dimora utile non solo per allontanarsi da quelle barriere che ne limitano la già precaria mobilità, ma anche per avvicinarsi ulteriormente ai centri sanitari di suo riferimento e che da anni lo tengono in cura.

Ma il problema non si limita solamente alla sua abitazione: Daniele soffre soprattutto il pessimo stato delle strade di Ostia, costellate di buche e voragini. Lo scorso anno proprio lo stato del manto stradale su via delle Azzorre gli è costata una rovinosa caduta con la carrozzella (questa con un peso di quasi 130 KG essendo elettrica), che finendogli addosso gli ha procurato la rottura di diversi denti e del naso oltre a varie tumefazioni su tutto il resto del corpo.

Di seguito vi proponiamo la breve intervista che gli abbiamo fatto, per farci raccontare di persona il suo convivere abituale con le barriere architettoniche e le conseguenti difficoltà che gli procurano.

PARTE 1

 

PARTE 2