Home News Fitness Cosa puoi fare in 20 minuti? Tornare in forma!

Cosa puoi fare in 20 minuti? Tornare in forma!

Cosa si può fare in 20 minuti?
L’elenco delle cose è infinito. Parto dalle cose che mi vengono prima in mente:
vedere un film… mmmhhh, no, servono circa due ore;
leggere un libro… a meno che non sia di 40 pagine al massimo, non ci riesco;
andare a fare shopping… con il traffico e il caos saldi se in questo tempo arrivo al negozio è un miracolo.
Ok, ridimensioniamoci. Posso navigare su internet: Facebook mi propone sempre nuove… nuove… perché mi viene in mente che propone spesso cose di cui non me ne importa nulla???
Allora posso preparare qualcosa di gustoso. Vabbè… mi limito a un piatto di pasta in bianco.
Ma se cucina qualcun altro in 20 minuti riesco a spazzolarmi tutto!
20 minuti, a pensarci bene, non sono di certo così tanti come si potrebbe pensare. E allora come ottimizzarli?
Cercando di tornare in forma!
In soli 20 minuti si può infatti fare un allenamento completo, di quelli che – utilizzando i metodi tradizionali – servirebbero almeno 3 ore.

Con Fit anno Go, invece, in 20 minuti si può fare un allenamento di stimolazione total body che lavora contemporaneamente l’intero sistema muscolare, con risultati che si vedono in poche sedute.

Questo perché in una sessione di lavoro di 20 minuti tutti i grandi gruppi muscolari vengono attivati contemporaneamente e sono allenati singolarmente con intensità variabile. Anche i muscoli più difficili da tonificare, come quelli del punto vita e dell’interno coscia, sono stimolati a lavorare.

Difficile da credere? Anche io ero diffidente, ma adesso, dopo tre mesi di allenamento, posso dire che in 20 minuti a settimana di allenamento EMS (per capire bene di cosa si tratta basta vedere le “precedenti puntate” del mio diario di un’atleta mancata), uniti a 30 minuti di Vacufit (il tapis roulant che ti “risucchia” grasso e cellulite mentre cammini a passo molto sostenuto) sempre una volta a settimana, riesco ad ottenere gli stessi risultati di quando andavo (malvolentieri, da pigra che non solo altro) in una palestra tradizionale.
 
Con l’allenamento Fit and go in una seduta si allenano circa 300 muscoli (neanche sapevo di averli) in contemporanea. Grazie alle potenti contrazioni muscolari provocati dagli impulsi elettrici che vengono inviati mentre ci alleniamo sotto la supervisione di un personal trainer (la “dolce” Emanuela per me: un angelo biondo che mi fa lavorare come una schiava ai tempi degli antichi romani. Meno male che sono solo 20 minuti a settimana!) la produzione di collagene aumenta, mentre la circolazione sanguigna migliora, rendendo così i tessuti più ossigenati e più tonici. Inoltre il consumo di energia giornaliera, per effetto della percentuale maggiore di massa muscolare, risulta aumentato a lungo termine. Tradotto in parole povere, si bruciano più calorie anche da fermi, soprattutto se – sotto consiglio del personal trainer – dopo un periodo di allenamento si passa alla tecnologia “MET”, abbreviazione di metabolico. Al contrario dell’EMS tradizionale, che alterna 4 secondi di impulsi a 4 secondi di riposo, qui l’impulso, che arriva in maniera diversa a livello di percezione, è continuo, così come l’allenamento, che non ha praticamente interruzioni nei 20 minuti previsti.
 
Un allenamento che si può paragonare alle lezioni di ginnastica funzionale nelle palestre tradizionali. Solo che lì, nell’ora (non 20 minuti, quindi, ma 60!) prevista si è di solito almeno una quindicina di persone con un solo istrutture. 
Qui al centro Fit and Go Laurentina, invece, il rapporto è 1 a 1: allenatore e “aspirante atleta”. Un abisso di differenza, perché ogni errore di postura, di esecuzione o di bilanciamento, viene immediatamente visto e corretto.
 
Quindi, per tirare le somme, io ho trovato la cosa migliore da fare in soli 20 minuti: prendermi cura di me.