Home News Gallinari guida la rimonta di Atlanta, panca per Melli e Mannion

    Gallinari guida la rimonta di Atlanta, panca per Melli e Mannion

    ROMA (ITALPRESS) – Super prestazione di Danilo Gallinari nella notte italiana della regular-season dell’Nba. La 32enne ala di Sant’Angelo Lodigiano guida la rimonta di Atlanta che, sotto 61-42 all’intervallo, espugna il parquet di Orlando Magic per 115-112. L’azzurro, di fronte ai quasi 4mila spettatori dell’Amway Center, parte nel quintetto titolare e finisce a referto con 23 punti, 9 rimbalzi e 6 assist in 40 minuti di impiego; tra gli Hawks il più prolifico è Trae Young con 32, Nikola Vucevic si ferma a quota 29 tra i padroni di casa. Nicolò Melli ancora spettatore dalla panchina nella sconfitta casalinga dei New Orleans Pelicans, superati dai Chicago Bulls per 128-124: il 30enne ala-grande centro reggiano non gioca nemmeno un minuto e continua, nonostante gli attestati di fiducia, a non rientrare nelle rotazioni di coach di Van Gundy. A segnare le sorti del match in favore degli ospiti è il solito Zach LaVine, che chiude da top-scorer con un bottino personale di 36 punti. Anche Niccolò Mannion, pur a disposizione di coach Kerr, non mette piede in campo con la canotta dei Golden State Warriors, ‘bruciatì in volata dai Portland Trail Blazers per 108-106 nonostante i 35 punti di Stephen Curry. Stavolta Sergio Scariolo non sorride e, come head coach dei Toronto Raptors, subisce un ko pesante per mano dei Detroit Pistons, vincenti per 129-105 sebbene i canadesi possano consolarsi per i 36 punti di Norman Powell. Non delude il big-match tra le prime due della classe: i Philadelphia 76ers hanno bisogno dell’overtime per mettere a tacere, per 131-123, Utah Jazz, alla terza battuta d’arresto nelle ultime quattro gare. A fare la voce grossa è il rientrante Joel Embiid, che firma 40 punti e la tripla del pari quasi a fil di sirena che permette ai suoi di andare al conseguente supplementare. Tredicesimo ko consecutivo per Houston Rockets: i Brooklyn Nets passano per 132-114 in virtù, innanzitutto, dei 29 punti siglati da un ex come James Harden, che permette al quintetto della ‘Grande Melà di incassare il settimo successo consecutivo lontano da casa (record di franchigia), il decimo negli ultimi undici incontri. Altri risultati: Cleveland Cavaliers-Indiana Pacers 111-114; Minnesota Timberwolves-Charlotte Hornets 102-135; Dallas Mavericks-Oklahoma City Thunder 87-78; Sacramento Kings-Los Angeles Lakers 123-120.
    (ITALPRESS).