Home News Gravina “Non posso essere il becchino del calcio italiano”

    Gravina “Non posso essere il becchino del calcio italiano”

    MILANO (ITALPRESS) – “Non posso prendere in considerazione l’ipotesi di chiudere la stagione. E’ una scelta che comporterebbe responsabilita’ in capo al sottoscritto di una gravita’ inaudita. Non posso essere il becchino del calcio italiano, ho la responsabilita’ di difendere il calcio e anche il movimento sportivo”. Lo ha dichiarato il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina a “Che tempo che fa” su Rai 2, a proposito della possibilita’ di ripresa del campionato di calcio. “Se accoglierei con sollievo una scelta del Governo di fermare definitivamente la stagione del calcio? Personalmente si’, perche’ potete immaginare il dramma che sto vivendo in queste ultime settimane nel dover reggere quasi in modo isolato questa mia battaglia”. “Io non posso fermare la stagione – ha aggiunto il numero uno della Figc – e’ una responsabilita’ che lascio al Governo”.
    (ITALPRESS).

    L’articolo Gravina “Non posso essere il becchino del calcio italiano” proviene da Italpress.