Connettiti con noi

News

Il ruolo del coordinatore della sicurezza

Pubblicato

il

sicurezza

Il coordinatore della sicurezza è chiamato a prevenire i rischi che si possono concretizzare in un cantiere edile. Egli, in pratica, è tenuto a organizzare, a programmare e a gestire ogni aspetto che riguarda la sicurezza sul lavoro non solo in fase di esecuzione ma già al momento della progettazione, svolgendo un ruolo a metà strada fra quello del committente e quello del progettista. Come si può intuire, si tratta di una figura molto importante in qualunque cantiere edile, sia esso mobile o temporaneo. Su incarico del responsabile dei lavori o del committente, il coordinatore della sicurezza è tenuto a coordinare le imprese che sono impegnate nei lavori, così da prevenire o ridurre i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Le funzioni svolte dal coordinatore per la sicurezza

In fase di progettazione, il coordinatore per la sicurezza deve sviluppare un piano di coordinamento per la sicurezza in una prospettiva di prevenzione dei possibili rischi in grado di mettere a repentaglio la salute di chi opera nel cantiere. Per quel che riguarda la fase di esecuzione, invece, è fondamentale garantire il monitoraggio dell’andamento del progetto: ciò vuol dire, tra l’altro, accertarsi che i lavoratori dipendenti e l’azienda applichino le regole indicate nel piano di coordinamento per la sicurezza. Non è detto, per altro, che tali funzioni debbano essere svolte da un unico professionista.

Il corso di aggiornamento di Progett81

Progetto81 mette a disposizione la possibilità di seguire un aggiornamento corso sicurezza destinato ai tecnici del settore edile, ai periti agrari, agli ingegneri, ai periti industriali, agli architetti, ai geometri, ai geologi e ai laureati in scienze forestali o in scienze agrarie che sono tenuti ad aggiornarsi in qualità di coordinatori per la sicurezza nei cantieri, sia per migliorare la sicurezza che per acquisire nuove professionalità. Il corso di aggiornamento, della durata di 40 ore, può essere erogato anche in modalità e-learning.

L’azienda Progetto81

Progetto81 è una realtà specializzata nella formazione accreditata, e da anni si occupa della pianificazione e dell’organizzazione di corsi residenziali. Nel contesto della sicurezza sul lavoro viene garantita una formazione di qualità grazie alle interazioni fra i partecipanti e i docenti, tutti con grande esperienza e soprattutto sempre aggiornati a proposito delle novità legislative più recenti.

Il responsabile del servizio prevenzione e protezione

Anche il responsabile del servizio prevenzione e protezione contribuisce, con il proprio lavoro, a garantire la sicurezza dell’ambiente di lavoro. Il suo obiettivo è quello di proteggere la sicurezza e la salute dei lavoratori, e al tempo stesso prevenire quelle circostanze che potrebbero essere fonte di pericolo o di rischio, eventualmente con il supporto di altre figure professionali. Insieme con il medico competente, con il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e con il datore di lavoro, il responsabile del servizio di prevenzione e protezione è chiamato a compilare il documento di valutazione dei rischi, nel quale sono indicati non solo i rischi che caratterizzano un posto di lavoro, ma anche i processi di protezione e prevenzione che ne devono scaturire.

Che cosa cambia fra il coordinatore per la sicurezza e il responsabile del servizio di prevenzione e protezione

Ma qual è la differenza fra le mansioni del responsabile del servizio di prevenzione e protezione e quelle del coordinatore per la sicurezza? Quest’ultimo deve essere presente nei cantieri edili e deve avere un titolo di studio coerente con il settore di riferimento: per esempio il diploma da perito tecnico o da geometra, ma anche una laurea in scienze agrarie, in scienze forestali, in architettura o in ingegneria. Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, invece, è indispensabile sempre (non solo nei cantieri edili, quindi), in aziende di qualunque settore. Per rivestire questo compito è sufficiente essere in possesso di un diploma di istruzione secondaria, ferma restando la necessità di svolgere una formazione adeguata con aggiornamenti regolari. Fra i compiti del responsabile del servizio prevenzione e protezione c’è anche quello di badare alla formazione dei lavoratori, che devono essere messi in condizione di poter accedere a tutte le conoscenze che sono necessarie per la salvaguardia della loro sicurezza. Infine, il responsabile del servizio prevenzione e protezione si occupa anche di organizzare delle riunioni di aggiornamento e di predisporre un piano di emergenza.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy