Connettiti con noi

News

Intervento di ginecomastia

Pubblicato

il

Intervento di ginecomastia

Il problema della ginecomastia colpisce soprattutto gli uomini poiché in essi è evidente perché non sono “strutturati” per avere un accenno di seno. Capita anche nelle donne, ma è molto meno evidente.

Sono tanti i ragazzi che, in età adolescenziale, soffrono di tale problema, ma si deve cercare di diversificare un problema provvisorio con quello che rimane poi permanente. Esiste la ginecomastia puberale, che avviene a causa di squilibri ormonali durante l’adolescenza per poi regredire naturalmente e quella che dipende da fattori obesità. Esiste poi la ginecomastia in età avanzata che avviene per un prolasso del grasso cutaneo.

Quali sono i danni che essa provoca? Sono prettamente estetici. Un uomo si ritrova ad avere un torace dove le mammelle sono a punta, sporgenti oppure cadenti. Una sorta di “seno” che non dovrebbero avere, ma che non ha la tonicità di quello femminile, perché esso non ha una sua funzionalità attiva.

Nelle donne il seno sarò usato per allattare e durante il periodo premestruale comunque subisce degli ingrossamenti che poi si sgonfiano quando termina il ciclo. Dunque si ha una funzione attiva. Negli uomini questo non capita e quindi ci si ritrova con un inestetismo che è molto accentuato.

A rimetterci per prima sono l’autostima oltre poi a sviluppare una forte insicurezza verso gli altri, specialmente verso le donne.

Mastectomia sottocutanea, cos’è?

Oggi questo problema viene curato con un intervento chirurgico che è poco invasivo, facile da curare e senza effetti collaterali. Si parla sempre di un intervento chirurgico a tutti gli effetti, ma che è in grado di garantire un’eliminazione di questo grasso in eccesso.

Il nuovo Intervento di ginecomastia si chiama mastectomia sottocutanea. Si eseguono delle incisioni all’altezza del capezzolo, per riuscire a recuperare il grasso che vi è all’interno della mammella, in modo da limitare i punti di sutura.

Ovviamente è necessario che ci si operi presso dei professionisti perché è un intervento paragonabile alla liposuzione, dunque da eseguire in ambienti che sono sterilizzati e con soggetti che prendano in considerazione il singolo caso.

Una volta che si elimina il grasso che ha provocato tale inestetismo, è necessario che ci siano dei punti di sutura e che ci sia un controllo della situazione nei mesi avvenire. I fastidi o dolori, durano qualche settimana, ma sono gestiti direttamente dagli antidolorifici che vengono prescritti.

L’effetto poi è permanente e si ha un torace privato di questo grasso in eccesso.

Si può fare sempre questo intervento?

Ogni caso di ginecomastia varia da persona a persona. Per coloro che hanno accentuato questo inestetismo, è possibile fare l’intervento senza alcun problema.

Per le persone che sono obese, dove c’è una grande quantità di adipe che ha provocato il seno cascante, allora la situazione cambia è sarà necessario intervenire in modo deciso, ma con delle incisioni dove poi rimangono delle cicatrici o dei punti evidenti.

Siccome gli interventi si possono fare senza troppi problemi, è necessario che si valuti la tipologia di operazione in base al singolo soggetto che la richiede poiché il paziente deve essere in grado di valutare la situazione.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy