Home Castelli Romani Lite tra vicini di casa finisce a martellate: uomo in fin di...

Lite tra vicini di casa finisce a martellate: uomo in fin di vita

carabinieri

Non ha ancora una spiegazione, la tragedia avvenuta la mattina di Ferragosto ai Castelli Romani, per la precisione a Monte Compatri, dove due uomini a seguito di una lite si sono feriti con un martello e uno dei due adesso è in pericolo di vita.

Ma ricostruiamo l’accaduto.

I FATTI

La notte tra il 14 e il 15 Agosto un uomo di 41 anni si è recato a casa di un suo amico, nonché vicino di casa, che vive con la moglie. La coppia, pur vedendo il 41enne versare in uno stato di evidente agitazione, ha fatto entrare l’uomo, che con il passare delle ore ha iniziato ad agitarsi sempre di più, fino a iniziare ad urlare senza volersi calmare nonostante l’amico, un 40enne di Frascati, gli intimasse di smetterla. All’alba la situazione è degenerata: il nervosismo era ormai preda di entrambi gli uomini e la discussione è passata dalle parole ai fatti. I due – erano ormai quasi le 6 del mattino – sono venuti alle mani in modo violento, utilizzando, a quanto pare anche un martello. Spaventati, sia la moglie del padrone di casa, sia i vicini, hanno chiamato i carabinieri, che sono rapidamente intervenuti. 

Quando sul posto è arrivata la pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia di Frascati, che hanno trovato il 41enne riverso a terra, svenuto, con una grossa ferita alla testa: l’uomo è stato prontamente soccorso e trasportato in codice rosso dapprima al pronto soccorso dell’ospedale di Frascati, poi al Policlinico Umberto I di Roma, dove adesso è ricoverato in prognosi riservata e in pericolo di vita.

Ferito anche il 40enne, che ha riportato un trauma cranico guaribile in 15 giorni.

I carabinieri, che hanno ascoltato le testimonianze del 40enne e della moglie, hanno sequestrato il martello, su cui sono state trovate tracce di sangue

L’ACCUSA DI TENTATO OMICIDIO

Da una prima ricostruzione, sembrerebbe che il martello sia stato usato per la lite, ma che la ferita alla testa del 41enne potrebbe essere ricondotta a una caduta conseguente o successiva alla colluttazione.

A seconda di quanto emergerà dalla ricostruzione della dinamica dell’accaduto, verrà valutata l’ipotesi di reato di tentato omicidio a carico de 40enne padrone di casa.