Home News Cronaca Ostia Comune, maggioranza del X Municipio chiede la piena attuazione della riforma...

Ostia Comune, maggioranza del X Municipio chiede la piena attuazione della riforma dell’Area Metropolitana

Ieri mattina nel Consiglio del X Municipio tutto sembrava pendere verso la delegittimazione dei comitati promotori per Ostia Comune, con una mozione del consigliere Antonio Di Giovanni – e sottoscritta anche dal consigliere Pierfrancesco Marchesi – molto verso l’operato del “Comitato Promotore per Ostia e Ostia Antica Comune”. Il capogruppo pentastellato ha deciso di trattare la tematica per la prima volta in consiglio trovando scorretta la divisione del territorio proposta dal comitato promotore per l’indipendenza del Litorale da Roma Capitale, sottraendo al X Municipio Ostia e Ostia Antica e lasciando gli altri quartieri fuori dalla proposta di un comune a sé. Più agguerrite le motivazioni invece di Marchesi, che in queste settimane ha lasciato la Lega X Municipio proprio perché dalla proposta di svolta comunale” veniva lasciato fuori il quartiere dell’Infernetto (dove peraltro è uno storico cittadino).

Ad aprire le danze è il capogruppo del Movimento 5 Stelle in X Municipio, che con un lungo intervento propone l’accelerazione sulla piena attuazione della riforma dell’Area Metropolitana di Roma. (per scaricare l’intervento, cliccare su IMG_5030)

IMG_5030 

E’ seguito poi l’intervento del consigliere municipale Pierfrancesco Marchesi, che nella sua arringa ha definito offensivo l’operato del “Comitato Promotore per Ostia e Ostia Antica Comune” verso i cittadini dell’Infernetto. Secondo l’ex leghista del X Municipio, l’Infernetto aspirerebbe come gli altri quartieri alla svolta comunale per le numerose disattenzioni del Campidoglio negli ultimi anni  verso questo quartiere del Litorale. (per scaricare l’intervento, cliccare su IMG-5032)

IMG_5032

Ha proseguito il dibattito in Aula consiliare Mariacristina Masi di Fratelli d’Italia, criticando il documento stillato dal duo Di Giovanni-Marchesi: secondo la consigliera è impossibile che un Municipio si esprima sull’operato di un comitato, che sul territorio piuttosto dev’essere libero di proporre quello che vuole. 

Spazio anche per Andrea Bozzi sul dibattito del documento, portando ancora nell’Aula consiliare la voce di chi vorrebbe una svolta autonomista sul territorio di Ostia. (per scaricare l’intervento, cliccare su IMG-5034)

IMG_5034

Fratelli d’Italia ribadisce la propria posizione sul documento con il proprio capogruppo Pietro Malara, che ancora una volta sottolinea la necessità di potenziare la svolta per il decentramento amministrativo del X Municipio e vede come una forzatura l’attacco gratuito al “Comitato Promotore per Ostia e Ostia Antica Comune. (per scaricare l’intervento, cliccare su IMG-5037)

IMG_5037

Al consiglio hanno potuto prendere parola anche alcuni esponenti dei comitati promotori per Ostia e Ostia Antica Comune. Ha cominciato Flavio Coppola, presidente del Comitato Promotore per il Comune Metropolitano di Ostia.

Tra gli altri interventi del pubblico anche quello di Italo Mannucci, che lamenta i pochi minuti per illustrare un tema così vasto come l’Autonomia del territorio di Ostia.

I duri interventi dell’opposizione porteranno la maggioranza pentastellata del X Municipio a riflettere sulla correttezza del documento, in una riunione di gruppo consiliare che viene descritta come molto movimentata tra urla e accuse. Dopo l’ennesima riunione dei capigruppo della giornata, alla mozione viene eliminato il paragrafo in cui si attacca il comitato promotore per Ostia Comune e mantenuta invece la richiesta di un’accelerazione sulla piena attuazione della riforma dell’Area Metropolitana: il documento passerà con 17 voti favorevoli e 3 astenuti. 

Soddisfazione per il capogruppo del M5S locale Antonio Di Giovanni, che ai nostri microfoni ha dichiarato: “Il Movimento 5 stelle con il documento sull’autonomia ha raggiunto una grande vittoria, in quanto dalla discussione in aula i presenti hanno recepito le istanze argomentate: infatti i comitati promotori di Ostia e Ostia Antica Comune, hanno lasciato intendere una apertura verso l’accettazione del parere anche dei cittadini dell’ entroterra, comunicando di accettare eventuali firme che proverranno da questi. Ci teniamo invece a smentire le parole del consigliere Bozzi, che da quando è stato eletto con il suo partito a favore dell’autonomia del X Municipio, anziché presentare documenti in aula, si è dilettato a giocare su dieci tavoli pur di non prendere mai una posizione netta. Ci voleva la maggioranza pentastellata per dare uno scossone su questo argomento, mai affrontato in realtà dal dormiente consigliere pseudo-autonomista che piuttosto che “Sogno Comune” sembra “Sonno Comune”. Oggi il Movimento 5 stelle è stato garante di tutti i cittadini del X Municipio, come è giusto che sia, avendo come obiettivo soltanto il futuro di una grande Capitale d’Italia con poteri speciali, che possa diventare una vera città metropolitana”.