Home News Cronaca Ostia, riforma esame di Stato: docenti dell’Anco Marzio lanciano raccolta firme

Ostia, riforma esame di Stato: docenti dell’Anco Marzio lanciano raccolta firme

Gli insegnanti hanno scritto una lettera aperta al ministro Bussetti per chiedergli di rimandare “l'arraffazzonata e per nulla condivisa Riforma dell'esame di Stato”

Ostia, protesta dei docenti dell’Anco Marzio contro la riforma dell’esame di Stato: lanciata raccolta firme. “Sono quasi 600 le firme raccolte in pochi giorni su change.org dai docenti del Liceo Anco Marzio di Ostia che hanno scritto una lettera aperta al Ministro Bussetti per chiedergli di rimandare l’arraffazzonata e per nulla condivisa Riforma dell’esame di Stato che sta mandando in confusione studenti e docenti nel tentativo quotidiano di capire come finirà”, si legge in una nota di Mirella Arcamone della Rsu Anco Marzio – Roma.

“Senza entrare nei contenuti della riforma stessa, i docenti ne sottolineano l’inaccettabile modalità, per cui, calata dall’alto, annunciata all’inizio del quinto e ultimo anno, a tre mesi dal traguardo la scuola è in balia dei tentativi di indovinare “come sarà” per ridurre il danno. Una vera presa in giro di studenti, lavoratori, famiglie, un’assoluta mancanza di rispetto per il lavoro degli insegnanti e dei ragazzi”, si legge nella nota della rappresentante sindacale.

Il testo della Petizione

QUEST’ESAME NON S’HA DA FARE!

«La Riforma degli Esami di Stato è necessaria. Il metodo, come accade da decenni, è sbagliato. Per l’ennesima volta la si cala dall’alto, invece di ascoltare, condividere, far partecipare la scuola reale. Oggi non ha senso discutere i particolari di questo cambiamento “in volo”. Quello che contestiamo con forza è il tradimento del patto professionale con i docenti e di quello formativo con gli studenti.

L’Esame di Stato deve basarsi sul lavoro svolto nel quinquennio, con una coerenza tra prove e percorsi di apprendimento. Non è possibile né accettabile modificare il traguardo quando i corridori sono a pochi metri dall’arrivo, a metà del quinto anno! Chiediamo al Ministro di ascoltare il mondo della scuola, rispettarne il lavoro, riconoscere il valore e la legittimità della richiesta che da esso si alza. La Riforma va discussa, condivisa e applicata in tempi distesi». Firmato: I docenti delle Quinte classi del Liceo Anco Marzio di Roma

Qui il link alla petizione: http://chng.it/2Ws9vQ8w