Home Ultime Notizie ARDEA: CADE LA GIUNTA. 6 ASSESSORI SU 7 SI SONO DIMESSI

ARDEA: CADE LA GIUNTA. 6 ASSESSORI SU 7 SI SONO DIMESSI

A quanto pare le dimissioni sono davvero contagiose. Il virus ha colpito questa volta Ardea, che da mezzogiorno di oggi non può più contare sulla Giunta, visto che ben 5 assessori su 7 hanno rinunciato al loro incarico. Alle 13:00, poi, sono arrivate le dimissioni anche di un sesto assessore. E’ stata così ufficializzata la crisi politica, di cui, volente o nolente, si dovrà prendere atto. Le dimissioni sono state consegnate al protocollo generale alla presenza del capogruppo PDL Massimiliano Giordani, che nel corso della conferenza stampa seguita alla consegna delle lettere, ha dichiarato: “A seguito della proposta del gruppo consiliare della PDL di cui sono il legittimo capogruppo, alle ore 12,00 di oggi la Giunta è stata azzerata per le dimissioni della maggioranza degli assessori della PDL. Ad avallare tale scelta i capogruppo dell’U.D.C, dell’UDEUR, del gruppo misto ed i consiglieri del “cartello Magliacca”. Questo gesto “estremo” è stato fatto per rilanciare l’amministrazione, da tempo allo stallo. Gli assessori che a mezzogiorno erano già dimissionari sono Carlo Giorgio Bille, Fabrizio Velocci, Mario Polito, Massimiliano Gobbi e Daniele Bosu – quest’ultimo eletto da appena qualche settimana – rispettivamente all’urbanistica, commercio, pubblica istruzione, servizi sociali e lavori pubblici. “Gli ex assessori, a cui va il nostro ringraziamento per il lavoro svolto – specifica Giordani – restano comunque a disposizione del partito”. Al nutrito gruppo si è quindi unito un’ora dopo l’assessore Nicola Petricca, fino a ieri a capo dell’Assessorato all’ambiente, con deleghe per i servizi cimiteriali – settore in quest’ultimi tempi molto chiacchierato e visitato dai Carabinieri – e per l’autoparco. Petricca gestiva anche alcuni settori prima di competenza dei lavori pubblici, quali le opere fognarie, idriche di metanizzazione e di raccolta rifiuti solidi urbani. Il ritardo rispetto ai colleghi sembra sia dovuto al fatto che Petricca non ha consegnato personalmente le proprie dimissioni, ma le ha fatte protocollare da Stefano Gori, capo gabinetto del sindaco Carlo Eufemi. Ad andare controcorrente solo il vicesindaco Renzo Morini, Assessore al patrimonio e bilancio, che ha deciso di mantenere il suo posto e non si è dimesso.\n\nLe dimissioni, date o no, segnano una netta spaccatura tra due gruppi contrapposti all’interno del PDL (un po’ come accade a Pomezia, dove però il partito è all’opposizione). Anche qui arrivano ordini tonanti dalla Provincia e dalla Regione, con i vertici romani che ribadiscono il concetto che “Chi non si allinea alla volontà della maggioranza del partito è fuori”. Come finirà? Per questa sera alle 19:00 è nuovamente convocato il consiglio comunale. Se ci sarà qualcuno – ricordiamo che gli ultimi sono andati deserti – forse ci saranno anche novità…