Home News Ultime Notizie Politica ARDEA: NIENTE SOLDI, NIENTE SCUOLA, NIENTE CASA COMUNALE

ARDEA: NIENTE SOLDI, NIENTE SCUOLA, NIENTE CASA COMUNALE

E consiglio fu. Le dimissioni di massa che nella mattinata di ieri avevano decimato la Giunta Eufemi – 6 assessori su 7 hanno rimesso il loro mandato – hanno acceso i riflettori sulla seduta di consiglio comunale che si sarebbe svolta da lì a poche ore, prevista (in 3ª convocazione) per le 19:00 al Centro Anziani di Tor San Lorenzo. Visti i precedenti (un rinvio in segno di rispetto a causa della scomparsa del 1° Sindaco di Ardea, l’altro per mancanza del numero legale) qualche timore che anche questa volta tutto sfociasse in un buco nell’acqua c’è stata, ma alla fine, seppur con un’ora di ritardo, i lavori sono stati aperti dal Presidente del Consiglio Policarpo Volante. Peccato che dei punti all’ordine del giorno non si sia praticamente parlato. In compenso, è stata annunciata la “bella notizia” che la Cassa Depositi e Prestiti non finanzierà i lavori di realizzazione della scuola elementare che doveva sorgere a Nuova Florida, la quale avrebbe dovuto ospitare gli alunni che adesso frequentano il plesso della Rocca. Plesso che, a sua volta, si sarebbe trasformato in Casa Comunale. Il condizionale, almeno al momento, è diventato una certezza, ma negativa, nella speranza che, prima o poi, qualcosa possa smuoversi. L’attenzione dei presenti, addetti ai lavori o no, era rivolta verso il tavolo della giunta, desolatamente vuoto. Al posto dell’unico assessore rimasto in carica, il vice sindaco Renzo Morini, c’era solo la targhetta, neanche tanto bella, con il suo nome. Chi si aspettava di vederlo comparire per motivare la sua scelta di non allinearsi al resto del gruppo, come da indicazioni ricevute, è rimasto deluso. Ma per le spiegazioni e le evoluzioni ci sarà tempo. Intanto il Governo Eufemi va avanti per la sua strada – spesso irta di spine, ma anche di sentieri agevolati – cercando di arrivare alla scadenza del mandato senza farsi troppo male.