Connettiti con noi

Ultime Notizie Politica

ARDEA: NIENTE SOLDI, NIENTE SCUOLA, NIENTE CASA COMUNALE

Pubblicato

il

E consiglio fu. Le dimissioni di massa che nella mattinata di ieri avevano decimato la Giunta Eufemi – 6 assessori su 7 hanno rimesso il loro mandato – hanno acceso i riflettori sulla seduta di consiglio comunale che si sarebbe svolta da lì a poche ore, prevista (in 3ª convocazione) per le 19:00 al Centro Anziani di Tor San Lorenzo. Visti i precedenti (un rinvio in segno di rispetto a causa della scomparsa del 1° Sindaco di Ardea, l’altro per mancanza del numero legale) qualche timore che anche questa volta tutto sfociasse in un buco nell’acqua c’è stata, ma alla fine, seppur con un’ora di ritardo, i lavori sono stati aperti dal Presidente del Consiglio Policarpo Volante. Peccato che dei punti all’ordine del giorno non si sia praticamente parlato. In compenso, è stata annunciata la “bella notizia” che la Cassa Depositi e Prestiti non finanzierà i lavori di realizzazione della scuola elementare che doveva sorgere a Nuova Florida, la quale avrebbe dovuto ospitare gli alunni che adesso frequentano il plesso della Rocca. Plesso che, a sua volta, si sarebbe trasformato in Casa Comunale. Il condizionale, almeno al momento, è diventato una certezza, ma negativa, nella speranza che, prima o poi, qualcosa possa smuoversi. L’attenzione dei presenti, addetti ai lavori o no, era rivolta verso il tavolo della giunta, desolatamente vuoto. Al posto dell’unico assessore rimasto in carica, il vice sindaco Renzo Morini, c’era solo la targhetta, neanche tanto bella, con il suo nome. Chi si aspettava di vederlo comparire per motivare la sua scelta di non allinearsi al resto del gruppo, come da indicazioni ricevute, è rimasto deluso. Ma per le spiegazioni e le evoluzioni ci sarà tempo. Intanto il Governo Eufemi va avanti per la sua strada – spesso irta di spine, ma anche di sentieri agevolati – cercando di arrivare alla scadenza del mandato senza farsi troppo male.

4 Comments

4 Comments

  1. Il Falco

    15 Luglio 2010 - 15:14 at 15:14

    Ardea.. un paese che è divenuta città in quanto ha superato i 50 mila abitanti e l’assurdo è che non ha un asilo nido comunale..\nche vergogna, cosa fanno i politici di Ardea??

  2. guglielmo locatelli

    17 Luglio 2010 - 01:38 at 01:38

    CARO FALCO, TI MERAVIGLI DEGLI ASILI NIDO ? FIGURATI CHE LA SCUOLA SOPRA CITATA IL CUI PRESIDENTE DEL CDI E’ MIA AMICA , HA SUBITO IN POCHI GIORNI BEN 4 FURTI…… PERCHE’ LE PORTE SONO INESISTENTI….. QUINDI MEGLIO A CASA CHE IN UN POSTO DOVE DEVONO STARE 7 ORE E SENZA SICUREZZA…\nIL BELLO E’ CHE LA SCUOLA MANZU’ DOVEVA ESSERE TRASFERITA PER IL 2011 E 2013 AVREMMO AVUTO LA SCUOLA SUPERIORE……FANTASCENZA……ODISSEO NELLO SPAZIO….\nMA SECONDO TE POTEVANO TOGLIERE TUTTI GLI UFFICI COMUNALI E METTERILI TUTTI NELLA CASA COMUNALE SULLA ROCCA TOGLIENDO GLI AFFITTI A TUTTI I PARENTI DEGLI ASSESSORI E CONSIGLIERI ?…….MA DAI….PROVA A CHIEDERE A QUALCUNO DI APRIRE UN NIDO PRIVATO DA MILLE EURO AL MESE E VEDRAI AVRESTI I PERMESSI IL GIORNO DOPO……IN QUESTO PAESE FINCHE’ REGNERA’ LA GERARCHIA PARENTALE NON SE NE USCIRA’ MAI………\nSARANNO CONTENTE LE MAESTRE E GLI ALUNNI CHE NEL FRATTEMPO ANDRANNO IN SCUOLE CHE SONO VENTI ANNI CHE NON VENGONO IMBIANCATE I CUI BAGNI NON FUNZIONANO, VETRI ROTTI, CALCINACCI ALL’INTERNO DEI GIARDINI, E PER AVERE UN TAGLI DELL’ERBA BISOGNA ELEMOSINARE CORTESIA QUANDO PER CHI PAGA LE TASSE E’ UN DIRITTO……\nARDEA IL PAESE DEL QUINTO MONDO…..PERCHE’ IN SUDAFRICA STANNO MILLE VLTE MEGLIO DE NOI……NON CE PARAGONE

  3. FRANCESCA BOTTONI

    17 Luglio 2010 - 01:39 at 01:39

    CARO FALCO, TI MERAVIGLI DEGLI ASILI NIDO ? FIGURATI CHE LA SCUOLA SOPRA CITATA IL CUI PRESIDENTE DEL CDI E’ MIA AMICA , HA SUBITO IN POCHI GIORNI BEN 4 FURTI…… PERCHE’ LE PORTE SONO INESISTENTI….. QUINDI MEGLIO A CASA CHE IN UN POSTO DOVE DEVONO STARE 7 ORE E SENZA SICUREZZA…\nIL BELLO E’ CHE LA SCUOLA MANZU’ DOVEVA ESSERE TRASFERITA PER IL 2011 E 2013 AVREMMO AVUTO LA SCUOLA SUPERIORE……FANTASCENZA……ODISSEO NELLO SPAZIO….\nMA SECONDO TE POTEVANO TOGLIERE TUTTI GLI UFFICI COMUNALI E METTERILI TUTTI NELLA CASA COMUNALE SULLA ROCCA TOGLIENDO GLI AFFITTI A TUTTI I PARENTI DEGLI ASSESSORI E CONSIGLIERI ?…….MA DAI….PROVA A CHIEDERE A QUALCUNO DI APRIRE UN NIDO PRIVATO DA MILLE EURO AL MESE E VEDRAI AVRESTI I PERMESSI IL GIORNO DOPO……IN QUESTO PAESE FINCHE’ REGNERA’ LA GERARCHIA PARENTALE NON SE NE USCIRA’ MAI………\nSARANNO CONTENTE LE MAESTRE E GLI ALUNNI CHE NEL FRATTEMPO ANDRANNO IN SCUOLE CHE SONO VENTI ANNI CHE NON VENGONO IMBIANCATE I CUI BAGNI NON FUNZIONANO, VETRI ROTTI, CALCINACCI ALL’INTERNO DEI GIARDINI, E PER AVERE UN TAGLI DELL’ERBA BISOGNA ELEMOSINARE CORTESIA QUANDO PER CHI PAGA LE TASSE E’ UN DIRITTO……\nARDEA IL PAESE DEL QUINTO MONDO…..PERCHE’ IN SUDAFRICA STANNO MILLE VLTE MEGLIO DE NOI……NON CE PARAGONE

  4. Il Falco

    19 Luglio 2010 - 11:20 at 11:20

    Guglielmo, hai centrato il problema, il comune preferisce pagare gli affitti e non a centralizzare il tutto in un’unica sede o quanto meno su immobili di proprietà dell’ente, ma vedi questo è pane quotidiano per tutti i comuni, la gente ignora tutto e se ne fregano finchè un giorno spero si sveglieranno..

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy