Home News Ultime Notizie Politica Crisi politica Pomezia: Parla la giunta

Crisi politica Pomezia: Parla la giunta

Visto che, in maniera compatta ed unitaria, non lo fanno i partiti né tantomeno i consiglieri, a diramare un comunicato univoco ci pensa la Giunta Comunale, che punta il dito sulla “scorrettezza” di alcuni Consiglieri, “responsabili di un grave atto politico che ha determinato le inevitabili dimissioni del nostro Sindaco Enrico De Fusco. Tale comportamento si è manifestato su una vicenda, quella dei Revisori dei Conti, sicuramente controversa sotto il profilo del metodo di nomina, ma che alla fine aveva trovato una soluzione condivisa”. Gli Assessori fanno risaltare la gravità dell’episodio in quanto concretizzato “all’indomani della riaffermata volontà delle forze di centro sinistra di portare a termine, con successo, l’azione amministrativa individuando priorità programmatiche e dando mandato al Sindaco di rivedere l’assetto di Giunta. Chi non era e non è d’accordo con tale percorso, poteva e può dirlo con quella chiarezza che è necessaria nei confronti dei cittadini che rappresentano e delle forze politiche della coalizione, assumendosi la responsabilità politica e morale delle scelte che compie”. L’intera Giunta sottolinea poi che la crisi economica e la perdita di centinaia di posti di lavoro che stanno caratterizzando anche il nostro territorio  rendono necessaria sia la piena capacità amministrativa che “tutte le energie e gli strumenti per reperire risorse economiche per far fronte al miglioramento dei servizi e delle infrastrutture”. Questo, specificano gli Assessori, con De Fusco alla guida dell’Amministrazione, che dovrà essere “sostenuta da una maggioranza coesa e leale e da un quadro politico chiaro e riconoscibile, che renda conto alla città del proprio operato alla fine del mandato elettorale”.\n\n“Per queste ragioni i componenti della Giunta – conclude il documento – invitano il Sindaco a ritirare le proprie dimissioni, mettendo altresí a disposizione della necessaria soluzione politica amministrativa le deleghe che agli stessi sono state conferite”. In pratica, sono disposti a dimettersi pur di far trovare al centrosinistra un equilibrio più solido di quello, a quanto pare troppo fragile, creato in passato. Ma saranno sufficienti le parole degli Assessori per fa tornare sui propri passi il Primo Cittadino, visto l’esperienza appena passata? Fare accordi è relativamente facile, far sì che vengano rispettati non lo è altrettanto, soprattutto se le correnti che soffiano fanno strani percorsi.