Home News Ultime Notizie Politica DE FUSCO CONTRO LA FALSA INFORMAZIONE

DE FUSCO CONTRO LA FALSA INFORMAZIONE

Enrico De Fusco passa al contrattacco, e lo fa per vie legali. Dopo i vari articoli apparsi sulla stampa locale, nei quali l’amministrazione comunale, Sindaco in testa, viene accusata di atti quantomeno “poco chiari”, se non addirittura illeciti, il Primo Cittadino ha presentato questa mattina una denuncia per il quotidiano “Latina Oggi” e del suo direttore per “diffamazione a mezzo stampa”. L’argomento che ha suscitato le ire del Sindaco è la lettera aperta, che occupava un’intera pagina nell’edizione di domenica 27 Febbraio, con la quale il Movimento “Buongiorno Legalità” ha lanciato insinuazioni pesanti nei confronti di De Fusco e della sua Giunta. Ma le azioni legali non finiscono qui, perché una denuncia per aver pubblicato “notizie false e tendenziose, mirate a screditare il ruolo del Sindaco” è stata fatta anche nei confronti del direttore e di una giornalista de “Il Caffè del Litorale”, dove, nell’ultima edizione, è stato inserito un servizio con un titolo alquanto pesante, fatto passare come se fosse una dichiarazione di De Fusco. “Pomezia è una città di idioti”, recita a grossi caratteri il periodico, mettendo queste parole come se a dirle fosse direttamente il Sindaco. Ma nell’intervista il senso della frase cambia totalmente, visto che la dichiarazione rilasciata recita che “a Pomezia ci sono molti politici idioti”.\n\n“Sono sconcertato da questa campagna denigratoria nei miei confronti – ha dichiarato questa mattina il Primo Cittadino – Io ho sempre rispettato la mia città e tutti i suoi abitanti: non mi sarei mai permesso, anche perché non corrisponde al mio pensiero, di dire una cosa simile. Se idioti ci sono, sono coloro che scrivono notizie false, confezionandole artatamente per screditare me e l’intera città. Mi sembra che sia in atto una guerra scorretta, forse perché chi la fa non ha armi leali a sua disposizione. La campagna elettorale dovrebbe essere tenuta con toni diversi, fatti di dialogo e democrazia, non con bugie finalizzate a gettare fango sugli altri”. Il Sindaco precisa anche che, a maggior ragione, questo comportamento non andrebbe tenuto da chi proprio cristallino non è. “Per quanto riguarda il Movimento “Buongiorno Legalità”, consiglio di guardarsi dentro, perché proprio al loro interno ci sono personaggi denunciati, condannati ed ancora una volta denunciati per reati gravi. Non so quanto il nome scelto sia consono a quanto realmente fanno o hanno fatto alcune delle persone che compongono questo movimento, ai quali dico solo che forse sarebbe stato più idoneo un “Buonanotte, legalità”. Comunque io, sapendo di aver agito sempre correttamente, continuo per la mia strada, senza bisogno di ricorrere a simili mezzucci”.