Home News Ultime Notizie Politica DE FUSCO, RIPENSACI!!!! NO, CONFERMA LE DIMISSIONI!

DE FUSCO, RIPENSACI!!!! NO, CONFERMA LE DIMISSIONI!

ALL’APPELLO DEI PARTITI DELLA COALIZIONE DI CENTROSINISTRA LANCIATO IERI ATTRAVERSO UN COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO RISPONDE SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’, CHE DEFINISCE TERMINATA QUESTA ESPERIENZA DI GOVERNO\n\nSenza fare alcun commento, riportiamo i due comunicati stampa in ordine cronologico.\n\nI Partiti e movimenti che sostengono la maggioranza – Partito Democratico, Italia Dei Valori, Partito della Rifondazione Comunista, Pomezia Unita, Partito Socialista, Laburisti, Gruppo misto – respingono i continui e vergognosi attacchi strumentali portati avanti dentro e fuori dal Consiglio Comunale da personaggi ampiamente sperimentati che, di volta in volta, trovano sigle politiche di copertura. Specialisti guastatori di tutti i governi della Città quando gli stessi ne rimangono fuori. L’azione di governo di questa amministrazione ha spaventato tali soggetti, perché ha affrontato i nodi cruciali per stabilire una volta per tutte regole, diritti e doveri nei vari settori dell’Amministrazione, ha voluto una riorganizzazione degli uffici che ha comportato un aumentata efficienza e qualità dei servizi al cittadino.\n\nPerché ha ricominciato a programmare una pianificazione del territorio che da decenni mancava, portando a tutti i quartieri i servizi primari quali acqua e fognature, investendo inoltre in importanti infrastrutture.\n\nSi tenta di ostacolare tutto ciò e si vorrebbe,invece, gettare la città nella ingovernabilità, nel disordine, sacrificando i bisogni e gli interessi dei cittadini al solo scopo di ritagliarsi piccoli spazi politici. I partiti e i gruppi consiliari del centro-sinistra hanno invece oggi il dovere di dimostrare la capacità di governare bene pur nelle difficoltà che ci sono state e ci sono, hanno il dovere di rinnovare il patto che ha reso vincente il progetto del 2006 con Enrico De Fusco Sindaco, mettendo al primo posto gli interessi generali della città.\n\nPertanto per portare a compimento l’opera intrapresa, le suddette forze politiche invitano il Sindaco De Fusco a ritirare già da domani le proprie dimissioni e tornare alla guida dell’Amministrazione e rilanciare un patto per il futuro.\n\nPartito Democratico – Italia Dei Valori – Partito Socialista – Partito della Rifondazione Comunista – Pomezia Unita – Laburisti – Comunisti Italiani – Andrea Anzellotti\n\n ——————————————————————————————–\n\nAll’esito degli incontri svolti nei giorni corsi col Sindaco di Pomezia Enrico De Fusco e coi partiti del centrosinistra, dobbiamo purtroppo constatare che non sussistono le condizioni che consentano a Sinistra Ecologia Libertà di modificare la sua scelta, fatta ormai otto mesi orsono, di uscire dalla coalizione alla guida della città di Pomezia.\n\nSEL ha creduto fortemente nel progetto politico di centrosinistra che ha portato alla vittoria alle ultime elezioni comunali. Tuttavia lo slancio positivo, che pure si è tradotto nel tempo in alcune importanti conquiste per la città, è stato vanificato dall’emergere di gravi nodi politici irrisolti e che hanno condotto SEL nello scorso mese di novembre ad uscire dalla coalizione di governo, in considerazione del profondo dissenso rispetto ad alcune scelte amministrative molto importanti per la nostra città e per le gravi lacerazioni dei rapporti politici tra i partiti della coalizione.\n\nIn questi mesi il Sindaco De Fusco, con la sua maggioranza, ha proseguito il suo cammino senza sentire né il bisogno né l’opportunità di dare avvio ad una riflessione sulle questioni sollevate da SEL al momento della sua uscita dalla coalizione di governo.\n\nLe questioni di merito che ci dividevano sono state più volte evidenziate: una politica in materia urbanistica che non va incontro alle reali esigenze dei cittadini, ma al contrario apre la strada ad un ulteriore sfruttamento edilizio del territorio; una politica finanziaria dissennata, che invece di riparare i guasti provocati anche dalle precedenti amministrazioni, rischia di aggravare ulteriormente una situazione già di per sé critica; una gestione del personale dell’amministrazione locale che non valorizza le competenze, non ottimizza le risorse, non combatte gli sprechi.\n\nA queste questioni, sollevate anche nel corso dei colloqui intercorsi nelle ultime settimane, sono state date risposte generiche, non circostanziate, prive di concretezza.\n\nNel contempo, dalle dichiarazioni delle forze politiche che compongono la coalizione di governo, non è venuta, nemmeno negli ultimi comunicati apparsi sulla stampa locale, alcuna riflessione critica e autocritica sulle cause che hanno portato alla rottura del quadro politico di coalizione: la smania di comandare di alcuni protagonisti della scena politica locale, le continue tensioni interne ai principali partiti di riferimento, la scelta di assecondare le rivendicazioni e le pretese dei singoli consiglieri comunali, la mancanza di qualsiasi collegialità nelle scelte.\n\nQuesti sono i mali che hanno portato alla crisi la coalizione di centrosinistra. A questi mali non viene data alcuna risposta, ma al contrario si decide di ignorarli e di fingere che non esistano.\n\nDavanti ad un quadro siffatto riteniamo che non vi sia possibilità di recupero di una situazione ormai ampiamente compromessa.\n\nSiamo convinti che dalla presa d’atto della fine dell’esperienza amministrativa attuale, si possa cominciare a lavorare per costruire un centrosinistra nuovo, diverso, costruito su presupposti più chiari, con metodi ed obiettivi che vadano veramente nella direzione di un’alternativa politica ed amministrativa finalizzata al bene della città, ad una maggiore equità, efficienza e trasparenza del governo locale.\n\nSinistra Ecologia Libertà