Home News Ultime Notizie Politica Nominati i nuovi assessori

Nominati i nuovi assessori

Pomezia: formata la nuova Giunta l’attività amministrativa riparte dai problemi fondamentali della città: bilancio, crisi economica e lavorativa, concorsi pubblici, piano regolatore, servizi primari e rilancio del turismo\n\nMentre l’opposizione è alla caccia delle 4 firme mancanti per sfiduciare il Sindaco, De Fusco questa mattina ha risposto presentando la sua “strategia” per l’ultimo anno di amministrazione, illustrando alla stampa i punti prioritari del programma da portare a compimento prima della scadenza naturale del mandato e presentando i già annunciati cambiamenti di Giunta. La prima novità è la location della conferenza stampa: non più nell’ufficio di Piazza Indipendenza a Pomezia, ma nella nuova Delegazione di Torvaianica. “Si riparte dal mare – è l’annuncio iniziale – perché è una delle nostre ricchezze e come tale va tenuta in considerazione. Sono stato accusato di aver trascurato Torvaianica, mentre invece, da quando mi sono insediato, ho fatto di tutto per riportare questa cittadina agli antichi splendori. Certo c’è ancora molto da fare, ma prima di noi non era stato fatto nulla.. Quello che si vede adesso, da questa sede alla rotonda in piazza, è frutto di questa amministrazione”. La squadra degli Assessori torna al massimo delle sue capacità con dieci presenze grazie ai due nuovi entrati: Daniele Martinelli, nome proposto dalla lista civica “Pomezia Unita”, che si occuperà dell’assessorato Tutela Ambientale e Demanio ed Antonio Flore, dimessosi dalla carica di consigliere comunale che ricopriva fino a ieri, al quale va l’Edilizia Privata e Convenzionata. Confermati gli altri Assessori, tra i quali si assiste a però qualche cambiamento di deleghe, dal momento che il Sindaco ha “voluto ridistribuire anche tenendo conto della professionalità e dell’esperienza dei singoli”. Dunque Stefano Arciero, con la sua esperienza di preside ed insegnante di scuole medie superiori, passa alla Cultura, eventi speciali e Turismo; Cinzia Marinelli, grazie al suo passato di sindacalista passa al Personale, Rapporti istituzionali e Protezione Civile; Edgardo Cenacchi passa al difficile settore dei Lavori Pubblici, mentre Stefano Caporaletti, oltre allo Sport e alle Politiche Giovanili, si occuperà anche di Pubblica Istruzione, Università ed Edilizia Scolastica. Mantengono i loro incarichi Francesco Palazzo ai Trasporti, Polizia Municipale e Servizi Cimiteriali; Davide Tintinago alle Finanze; Anna Mirarchi ai Servizi Sociali e Gaetano Penna alle Attività Produttive. Fuori dai giochi l’ormai ex Assessore all’Urbanistica Eugenio De Cristofaro.\n\nLa nomina di vicesindaco, che nei giorni scorsi era stata data per certa, non è stata fatta: De Fusco ha infatti deciso che, ogni volta che si dovrà assentare, lascerà la poltrona e le responsabilità ad un Assessore diverso. “Di volta in volta – ha spiegato – nominerò chi mi sostituirà, a rotazione, partendo dall’assessore più giovane, quindi da Caporaletti. Questo perché così ognuno avrà modo di capire il significato della responsabilità totale di un’amministrazione”.\n\nTra le nomine firmate anche quella del nuovo delegato per Torvaianica, il consigliere Leonardo Mecca, che prende il posto del compianto Giancarlo Gatti. Per la prima volta il delegato sarà Ufficiale di Governo, con responsabilità anche sull’ordine pubblico e sulla sanità.\n\n“Chiedo a tutti – ha detto il Sindaco ai suoi Assessori – la massima collaborazione e disponibilità con i cittadini, così come vorrei da voi la stessa passione e la stessa determinazione del primo giorno. Da ora in poi non tollererò più che un Assessore, al nascere di un problema, dica “adesso mi consulto con il Sindaco”. L’Assessorato è il vostro e lo dovete gestire – e bene – in maniera completa. Il Sindaco ha altri compiti. Se dovesse risolvere sempre i problemi degli Assessori non avrebbe più il tempo di svolgere il suo lavoro”.\n\nEd i compiti che il Primo Cittadino è chiamato a svolgere sono quelli, che lui stesso ha indicato, che portano alla risoluzione dei problemi principali della città, raccolti in sei punti essenziali: il risanamento casse comunali, senza dubbio la priorità maggiore in questo periodo in cui i debiti dell’amministrazione sono nell’occhio del ciclone; il problema dell’occupazione, per risolvere il quale, sostiene il Primo Cittadino, occorre trovare insieme alle altre Istituzioni risposte concrete per i tanti posti di lavoro a rischio a causa di una crisi che non ha risparmiato le aziende di Pomezia; l’avvio dei concorsi pubblici a tempo indeterminato, che aiuterebbe in parte a risolvere la crisi occupazionale, senza contare – spiega il Sindaco – che il personale serve per poter dare risposte e servizi ai cittadini; i servizi primari, ovvero ampliare e portare a compimento la rete idrica e fognaria nell’intero territorio comunale; l’assetto del territorio, che deve sì dare spazio all’edilizia privata, ma si deve nel contempo dare la giusta importanza anche a quella convenzionata (cooperative, 167) e per ultimo, ma non per importanza, il rilancio del litorale, con una attenzione particolare al patrimonio naturale che è il mare. “In questi anni abbiamo cercato di avere cura del nostro mare – ha dichiarato De Fusco – tant’è vero che la Regione Lazio ha premiato questi sforzi riconoscendolo come uno dei più puliti della Provincia di Roma. Non abbiamo divieti di balneazione, se non quelli obbligati per legge alla foce dei canali. Dobbiamo puntare sul turismo, per far sì che i nostri commercianti ed i nostri concittadini in genere possano contare sulla ripartenza di un’economia da troppo tempo stagnante”.\n\nTutto a posto, quindi. I partiti sono contenti, i consiglieri (quelli di maggioranza) pure, gli Assessori anche ed il Sindaco ancor di più, visto che “si sa che i nomi degli Assessori sono proposti dai partiti, ma vi posso assicurare che, se tali nomi non fossero stati di mio gradimento, non li avrei mai accettati. Posso quindi tranquillamente dire, senza timore di essere smentito, che questi sono i miei Assessori, scelti da me, che godono della mia totale fiducia”. Sperando che, almeno una volta, nessun granello di sabbia blocchi questo ingranaggio prima ancora che inizi a funzionare.\n\nMaria Corrao\n\n\n\n