Home News Ultime Notizie Politica REVISORI DEI CONTI: Si ricomincia da zero

REVISORI DEI CONTI: Si ricomincia da zero

IL PREFETTO DI ROMA HA INTIMATO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI POMEZIA MESTURINI DI REVOCARE IL DECRETO CON IL QUALE NOMINAVA IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI, CHE AVREBBERO DOVUTO DARE PARERE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2010.\n\nSI RIUSCIRA’ A VEDERE LA FINE DI QUESTA TELENOVELA?\n\nDOPO I VARI BOTTA E RISPOSTA TRA POLITICI, PUBBLICHIAMO INTEGRALMENTE IL COMUNICATO STAMPA PERVENUTO DAL PDL E DALL’UDC\n\nCon estremo sollievo apprendiamo che il Prefetto di Roma ha ripristinato la Legalità a Pomezia intimando al Presidente del Consiglio  Marco Mesturini di Revocare il Decreto da lui emesso per la Nomina del Collegio dei Revisori dei Conti.\n\nPer chiarezza dei fatti ricordiamo a tutti che tale decisione è avvenuta grazie ad un sollecito intervento del PDL e UDC che subito dopo la nomina Monocratica dei Revisori,  attraverso un esposto indirizzato al Prefetto, segnalava le innumerevoli anomalie e prevaricazioni poste in essere dal Presidente in occasione delle Nomine.\n\nTutte le bugie raccontate dal Presidente facendo incetta di conferenze e comunicati stampa supportate a suo dire da fantomatici ed autorevoli pareri legali sono state prontamente sbugiardate dallo stesso Prefetto che con il provvedimento notificato ha messo la parola fine al tentativo posto in essere dal Presidente  di imbavagliare tutti sottraendo al Consiglio Comunale le proprie competenze.\n\nLa speranza è che i pareri richiesti dal Presidente siano stati concessi a titolo gratuito perchè viceversa siamo pronti ad impugnarli nelle sedi opportune, evitando così che la Città paghi l’atteggiamento prepotente ed arrogante dimostrato nell’occasione.\n\nCome naturale conseguenza della manifesta incapacità dimostrata dal Presidente Mesturini, ci aspettiamo che lo stesso, facendo appello ad un minimo di senso Civico, rassegni le proprie irrevocabili DIMISSIONI .\n\nCome tutti sanno le bugie hanno le gambe corte.\n\nI  Gruppi Consiliari del PDL e UDC\n\n