Connettiti con noi

Ultime Notizie

RISPOSTA DEL DIRETTORE AL LABORATORIO POLITICO

Pubblicato

il

Questo pomeriggio ho ricevuto una lettera da parte del Laboratorio Politico. Probabilmente, vista la scarsa considerazione che i firmatari hanno della sottoscritta e dell’intero giornale, non avranno pensato che il loro scritto sarebbe stato pubblicato per intero, senza alcuna omissione. Questo perché il mio – e ripeto mio – giornale non è vicino, così come possono intendere loro, né alla destra né alla sinistra, tant’è vero che chi è del centrodestra mi accusa di “comunismo” e chi appartiene al centrosinistra mi taccia di essere di estrema destra. A prescindere da eventuali mie idee politiche, che vi assicuro che con quello che a Pomezia viene spacciato per politica non hanno nulla a che fare, io posso dire di essere una giornalista senza virgolette, in quanto ho studiato per diventarlo, ho fatto la mia gavetta e sono dovuta sottostare ad un esame ed al giudizio di una commissione per poter prendere la tessera di iscrizione all’Albo. Ma voi potete definirvi in piena coscienza dei politici che con umiltà si sono messi a disposizione della gente? O anche voi, come quasi tutta la classe politica, avete pensato a coltivare il vostro orticello, badando bene a gettare le erbacce in quello del vicino? Quando ho parlato di manifesti messi nei secchioni ed in tutti i posti dove potevano entrarci non mi riferivo solo ai “vostri” manifesti, ma a quelli di tutti, perché questo “vizietto” di sporcare la città ce l’hanno tutti i partiti o pseudo tali, soprattutto in fase di campagna elettorale. Voi chiedete ai cittadini di rispettare le leggi e siete i primi a non farlo: affiggere dei manifesti abusivi non solo porta degrado e sporcizia alla città, ma elude anche al pagamento delle tasse sulla pubblicità.\n\nI firmatari, in sede di consiglio, mi sembra appartengano a due diversi partiti, La Rosa Bianca ed il Nuovo PSI, che non si chiamano “Laboratorio Politico”, quindi non reputo scorretto dire che in Consiglio questo non è rappresentato a livello ufficiale. Certo, il passaggio di casacche è un’altra peculiarità dei politici, ma non lo è certo dei giornalisti in genere, che solitamente sono fedeli al loro modo di lavorare. Non sono mai stata vicina al “potere”, così come mi accusate: posso anche avere rapporti amichevoli con le persone – di destra o di sinistra che siano – ma non con la loro veste ufficiale. Infatti, nonostante io scriva su questo territorio ormai da 21 anni (ho iniziato a Il Tempo nel 1989 e D’Avino lo dovrebbe sapere, visto che era lui a chiedere favori a me) non ho mai chiesto, né avuto nessun vantaggio da alcun politico. Gli “ovvi motivi”, quindi, li potete conoscere voi che ci siete abituati, non io che sono una semplice giornalista. Infatti, per mandare avanti il mio giornale, lavoro in un call center per poco più di mille euro al mese, firmo gli assegni a nome mio e non ricevo sovvenzioni da parte di politici o presunti tali. Quindi non permetto a nessuno di dire che la stampa, se si parla della sottoscritta, stia vicina al potere. In questi 10 mesi di giornale ho attaccato la destra e la sinistra, mai senza fondatezza, ma sempre sulla base dei fatti e con la maggiore obiettività possibile. Ovvio che tutte le “porcherie” che possono essere state fatte in questi lunghi anni (quindi con al Governo tante persone diverse, tra cui anche qualcuno che appartiene a questo Laboratorio Politico), se sono state fatte, non le conosco o non ne ho la prova certa e la relativa documentazione, altrimenti le avrei pubblicate. Accostarvi ad una grande come Anna Politkovskaya (a proposito, avete anche sbagliato a scrivere il suo nome) è veramente una responsabilità, che io non mi sarei mai presa. Infatti io non mi reputo, né mai l’ho fatto, una paladina delle minoranze, ma mi sembra che neanche voi lo siate. Non mi sarei mai permessa neanche di parlare di “Verità” con l’iniziale in maiuscolo, perché questa parola, scritta così, mi fa pensare a tutt’altro, a qualcosa che sta molto al di sopra di me e di tutti. Nel mio giornale cerco solo di dare voce alla gente più che ai politici e forse è questo che può dar fastidio. Perché, alla fine, è la gente quella che va a votare.\n\nRicambio i cordiali saluti\n\nIl direttore Maria Corrao\n\nP.S. Avrei risposto con lo stesso tono a chiunque – e di qualsiasi partito – mi avesse scritto quello che voi avete mandato, quindi non reputatevi dei privilegiati.\n\nDi seguito il testo integrale della lettera di Salfi e D’Avino\n\nRiferimento articolo del 12/07/2010 apparso sul Giornale “il Corriere della Città”\n\nCara “giornalista” dobbiamo notare che nonostante la sua presenza nel Consiglio Comunale del 08/07/2010, dove all’ordine del giorno era inserito l’Approvazione del bilancio Preventivo Esercizio Finanziario 2010, qualcuno dei consiglieri di “maggioranza” ha chiesto ai Consiglieri presenti se il manifesto che era in preparazione del Laboratorio politico aveva una paternità rappresentata nell’Assise Comunale.\n\nIn quell’ occasione i Consiglieri di opposizione Pietro Salfi e Angelo D’Avino hanno manifestato la loro appartenenza al Laboratorio Politico.\n\nQuindi ,cara giornalista, capiamo che la stampa è sempre più vicina a chi amministra il potere,per ovvi motivi.\n\nMa come dimenticare chi ha dato voce anche alle minoranze (ricordo Anna Politkovskay) anche se queste per poter manifestare i loro pensieri hanno attaccato le loro grida su “cassonetti e paline”.\n\nLa storia ci ha insegnato che i nostri padri hanno tappezzato un intero teatro di volantini sui quali era scritto “Viva V.E.R.D.I.”, quindi ogni mezzo è giustificato per gridare e far conoscere a tutti il proprio pensiero e le illegalità che regnano in una società, grande o piccola che sia, realtà municipale o realtà nazionale.\n\nCerto, si capisce che, portare avanti le voci delle minoranze non è cosa semplice, ma talvolta nelle piccole voci c’è tutta la “Verità”.\n\nCordiali Saluti\n\nF.to Pietro Salfi\n\nF.to Angelo D’Avino

14 Comments

14 Comments

  1. isidoro

    27 Luglio 2010 - 22:33 at 22:33

    Bravo direttore! Mi permetto di dire una cosa forse un po’ scurrile, ma che certamente rende l’idea: anche se lei è una donna, ha le “palle”!

  2. mauro valentini

    27 Luglio 2010 - 23:03 at 23:03

    Cara Direttrice, purtroppo siamo in balia in questa citta’ di elementi come questi, che l’unica cosa che hanno letto nella vita sono le istruzioni del cellulare, figuriamoci se possono saper scrivere o citare personaggi come la giornalista Russa, che ricordo ai due distratti laboratoristi non era una difensore delle minoranze (dove lo avranno letto su Libero???) Ma una cronista di guerra, come la nostra Ilaria Alpi (oddio ora andranno su wikipedia a vedere chi e’ questa Alpi ). Questa citta organizza la politica come le bande criminali spartiscono il bottino dopo il colpo… Forse a qualcuno sta spartizione sta stretta, ed allora si inventa un “laboratorio” in cui confluiscono neofascisti liste inventate sul momento e ex craxiani ( basta la parola credo…).\nIl giornale qui e nel resto del mondo parla, vigila, esprime opinioni, in una parola fa… CULTURA ( altra parola che i due signori di cui sopra cercheranno su wikipedia..). Mi sembra che il giornale stia facendo il suo dovere, smuovere le coscienze e le opinioni, e questo grazie al tuo coraggio, e alla tua dedizione.\nNon cadere nella trappola della provocazione, la miglior risposta e’ il lavoro.\nPS, mica la citazione della Politkoskaia sia una velata minaccia??? Ma no, non sanno neanche che l’hanno uccisa dei sicari di governo perche era arrivata a degli scoop scomodi… Su wikipedia cari signori c’e’ molto scritto su di lei, informatevi, ma se mettete il nome scritto cosi… E quando la trovate!!! Ahaha

  3. Il Falco

    28 Luglio 2010 - 08:17 at 08:17

    Ottima risposta Direttore,\ndevo ammettere che fino ad ora il Suo giornale sembra non avere colori politici e questo La onora in un mondo di oppurtunisti che volano da una parte all’altra..\npersonalmente faccio propaganda del Suo giornale appunto per il motivo citato sopra, e spero che questo giornale venga letto e commentato da molte persone.\nPerò, il giorno in cui mi accorgerò che Lei tenderà la mano verso un qualsivoglia partito farò esattamente il contrario.\nQuindi buon lavoro e continui a non aver paura di pubblicare tutto ciò che è da sapere perchè l’informazione deve e dovrà essere libera e senza vincoli.\nW il corriere della città

  4. Francesco

    28 Luglio 2010 - 09:30 at 09:30

    Io non conosco questi ” pseudopolitici ” ricavati in laboratorio e scappati dalle gabbie, ho letto i loro nomi ma se si potrebbero , gentilmente, vedere anche le loro faccie mi aiuterebbe a ca pire chi non dovrò mai votare.Grazie.\nP.S. se questi sono i risultati ottenuti in questo “laboratorio”, allora chiudetelo e buttate via la chiave.

  5. pino

    28 Luglio 2010 - 10:41 at 10:41

    hahahahaha come è caduta in basso la politica e i politicanti pometini. Che pena pensare che per “urlare” le loro idee debbano sporcare e massacrare il territorio a riprova di quanto amino veramente la nostra Città. Andatevene… fate veramente un favore per la comunità, andatevene e non fatevi più vedere. \nE complimenti a Lei Direttore e al suo staff per le notizie che ci date

  6. Claudia

    28 Luglio 2010 - 13:25 at 13:25

    Caro direttore,\nspero che in molti comincino a comprendere che nei nostri territori è arrivata, da ormai quasi un anno, una voce fuori dal coro. Qualcuno che non ha paura di tenere testa ai soliti noti. \nMi lascia pensare la sfrontatezza che hanno alcuni politici (?), locali, nazionali ed oltre, nel rapportarsi con la stampa. Forse la colpa è anche del cattivo giornalismo, o meglio, dei cattivi giornalisti, che purtroppo sono caduti nella rete del potere ed hanno abituato certe persone a credere che siano loro a tirare le fila. \nMi spiace per chi la pensa così, ma non credo sia il caso di chi vuole rendere questo giornale, una voce seria e professionale con cui i cittadini possono confrontarsi.\nContinui così direttore, che la gente non vive più di “panem et circenses”!!!

  7. Franco

    28 Luglio 2010 - 14:36 at 14:36

    Seguo da quasi 2 mesi questo giornale online,credo che per quanto riguarda il territorio di Pomezia sia il migliore,notizie fresche,VERE,senza “censura” e ben impostato…\nuno dei pochi siti che da la possibilità di commentare TUTTI…\n\nComplimenti a tutta la redazione del CORRIERE DELLA CITTA’!

  8. bingo

    28 Luglio 2010 - 16:44 at 16:44

    egregio direttore, senza mettere in dubbio la sua professionalità ed il suo impegno le posso chiedere di entrare nel merito dei contenuti dei manifesti oltre che nella loro collocazione? le pare giusto che questi amministratori della nostra città garantiscano il futuro ai loro parenti ed amici e prendano per i fondelli quelle 5.000 persone che nell’agosto del 2008 fecero domanda x un bando di 64 posti, legga la delibera di giunta n.143 del 7/7/2010 regolamento x i concorsi e poi faccia un servizio come sa fare di verità e giustizia, per il resto ognuno di noi si porta appresso la storia della sua vita (di sacrifici come la sua) o di normale abuso della posizione di amministratore che si sistema i propri familiari con pseudo selezioni….come stiamo assistendo alcuni spettatori altri complici\n con immutata stima

  9. Marta Alberobello

    28 Luglio 2010 - 23:14 at 23:14

    Direttrice, tutta la mia stima, ma invece di perdere tempo ad accusare Salfi e D’Avino pensi a fare bene il suo lavoro, oggi c’è stato consiglio comunale e lei non ha pubblicato nulla, c’è stata la nomina di Antoniozzi e lei ancora nulla…cerchi di essere aggiornata!

    • Direttore

      28 Luglio 2010 - 23:47 at 23:47

      Cara Marta, forse non se ne è accorta, ma sulla nomina di Antoniozzi ho già fatto un articolo con tanto di commenti del candidato a sindaco per il centrodestra nel 2006, Massimiliano Cruciani. Per farlo, visto che non mi accontento, come tanti altri, del semplice comunicato stampa, ho “perso tempo” nel cercare qualcuno che accettasse di rilasciarmi dichiarazioni. Per quanto riguarda il consiglio comunale, come forse saprà, visto che è così informata, è andato deserto per mancanza di numero legale dopo un’apparente inizio. Non mi è sembrato il caso di fare un intero articolo sul nulla che si è svolto nella sede comunale. Ho preferito lavorare sul serio. Comunque, per informazione, il consiglio è stato fissato in seconda convocazione per martedì 3 Agosto. Quello si dovrà tenere per forza…

  10. Francesca

    29 Luglio 2010 - 08:35 at 08:35

    Per Marta: scusa, non mi sembra che sia stato il direttore ad attaccare Salfi e D’Avino, ma il contrario. Le hanno dato in pratica della prezzolata! L’avessero detto a me non avrei risposto così, ma molto peggio. Anzi, sarei pure andata dai carabinieri per cautelarmi. Grazie ad uno dei commenti che ho letto, ho pensato anch’io che quanto inviato al giornale potesse nascondere non dico una minaccia, ma un avvertimento a farsi i cavoli propri si. Non credo quindi che abbia “perso tempo”. Non penso nemmeno che un giornale che comunque, da quanto ho capito, non può contare su chissà quanti collaboratori, debba per forza sapere e scrivere tutto, specialmente se quello che scrive si diversifica un po’ da tutti gli altri. Da parte mia, in questo caso così palese offro la mia solidarietà al direttore e non ai politici. Spero solo che continui.

  11. Mauro

    30 Luglio 2010 - 08:04 at 08:04

    alla signora Marta non funzionava il PC o la connessione a Internet.. tutto spiegato.

  12. Enrico

    30 Luglio 2010 - 10:36 at 10:36

    perdonatemi se mi intrometto nella discussione,volevo solo complimentarmi con lo staff del corriere della città di pomezia,ho trovato questo sito tramite google,ottime notizie e Ottima risposta\n\nEnrico

  13. DONATELLA BIAGIOLI

    2 Agosto 2010 - 18:06 at 18:06

    Dopo aver letto i commenti del direttore ed averlo conosciuto in prima persona devo dire che sono sempre piu fiera di essere donna quando veniamo rappresentate da gente come Lei…..\ni politici purtroppo hanno solo un ” piccolo difetto ” non hanno cultura a sufficienza per poter competere con chi l’italiano e la comunicazione rappresenta il suo pane quotidiano…….meno male che ancora esistono persone che non alterano la verità ma la riportano integralmente senza modifiche…….mentre i politici ?????? STENDIAMO UN VELO PIETOSO\n\n\nGRAZIE

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy