Home Pomezia Cronaca Pomezia Pomezia, banchi del mercato “morosi”: il Comune contesta oltre 80 posizioni

Pomezia, banchi del mercato “morosi”: il Comune contesta oltre 80 posizioni

CONDIVIDI

Parte dei banchi del mercato settimanale di Pomezia e Torvaianica “a rischio” per la prossima settimana? Il Comune di Pomezia ha predisposto accertamenti per controllare la regolarità dei pagamenti da parte dei proprietari delle postazioni riscontrando diverse irregolarità.

Dalla documentazione prodotta dall’Ufficio Tributi Minori del Comune di Pomezia è emerso infatti che parte degli operatori commerciali titolari di posteggi nei mercati settimanali di Pomezia, Torvaianica e Campo Ascolano risultano morosi nei confronti dell’ente, per non aver provveduto al pagamento della Tassa di Occupazione Suolo ed Aree pubbliche – T.O.S.A.P relativamente all’annualità 2017 e precedenti.

Oltre 80, come si evince dall’Albo Pretorio del Comune, le posizioni contestate dal Comune per importi che si aggirano intorno ai 300 euro a concessione, ovvero l’importo, nella maggior parte dei casi, dell’annualità 2017. “Il mancato versamento della tassa alle scadenze stabilite – ricorda il Comune – comporta la sospensione dell’atto di concessione/autorizzazione sino a quando il pagamento non risulti eseguito. La sospensione è disposta per un periodo massimo di 60 giorni, decorsi i quali senza che sia intervenuto il pagamento, si procederà a revoca del provvedimento dandone avviso all’interessato, stabilendo un termine non superiore ai 30 giorni, entro il quale possono essere presentate memorie e/o controdeduzioni”, si legge nelle determinazioni. 

Il provvedimento ha effetto immediato e, pertanto, il mancato pagamento o la mancata dimostrazione
di esso comporta l’immediata sospensione dei titoli Concessiorio e/o Autorizzatorio e l’impossibilità di allestire il banco
presso il mercato settimanale, sia da parte del titolare, che dell’eventuale gestore.

Alla Polizia Locale il compito di accertare le singole situazioni.