Home News Pomezia, il TAR annulla l’appalto del “doppio menù”

    Pomezia, il TAR annulla l’appalto del “doppio menù”

    Niente menù “differenziato”, gestito dalla All Food e dalla cooperativa Centro, a Pomezia. Il Tar del Lazio ha infatti annullato l’aggiudicazione dell’appalto che prevedeva due tipologie di menù, una con il dolcetto (ad un prezzo più) alto ed uno senza, per le mense delle scuole di Pomezia. Il tribunale amministrativo ha infatti disposto che le due società consorziate che avevano presentato ricorso, Coop Solidarietà e lavoro e Vivenda spa, precedenti titolari del servizio, ne subentrino ufficialmente nella gestione, o meglio che proseguano nello svolgimento dello stesso, visto che ad oggi sono ancora loro a fornire i pasti dei bambini. Al momento non si conoscono le motivazioni che hanno spinto i giudici ad accogliere il ricorso, che verranno depositate nei termini di legge, ma solo l’esito del giudizio. La vicenda del doppio menù era diventata un caso nazionale, con interesse mediatico anche da parte dei colossi dell’informazione. Ma, oltre ad essere un “caso”, l’appalto era sicuramente un affare goloso per le aziende: quasi 7 milioni di euro per tre anni di un servizio che prevedeva pasti per circa 5000 bambini ad un costo per le famiglie di 3,98 euro per il menù senza dolce e 4,39 euro per quello con il dessert. Dopo una sospensiva iniziale, il Tar – ritenendo che non vi fossero elementi sufficienti per confermare il “congelamento” – aveva confermato l’aggiudicazione dell’appalto, datata 15 settembre, all’associazione temporanea d’imprese formata dalla All Food srl e dalla cooperativa Centro, respingendo così la richiesta presentata dalle società Coop Solidarietà e lavoro e Vivenda spa, che ne chiedevano la sospensione. Ma le due società sconfitte in sede di aggiudicazione dell’appalto hanno deciso di ricorrere al Consiglio di Stato, dal quale hanno ottenuto la sospensiva. Ed ora, entrato nel merito, il Tar ha dato loro ragione, accogliendo le istanze e consentendo che riprendessero a pieno titolo la gestione del servizio.