Home News Cronaca Pomezia, “Mia figlia non va in bagno a scuola perché è troppo...

Pomezia, “Mia figlia non va in bagno a scuola perché è troppo sporco”: è emergenza in due scuole

Scarsa igiene e pulizia presso gli istituti scolastici statali San Giovanni Bosco e Margherita Hack, il Sindaco scrive al MIUR, ai Dirigenti e alla Asl

CONDIVIDI

Sono tantissime le segnalazioni giunte alla nostra redazione nei giorni scorsi circa le condizioni sanitarie di due scuole del territorio, i plessi statali San Giovanni Bosco e Margherita Hack. L’allarme dato dalle famiglie riguarda sporcizia, mancata pulizia in particolar modo nei bagni e, nel caso della Hack, anche nella palestra scolastica: sarebbero questi i problemi riscontrati all’interno del plesso secondo i genitori degli alunni che hanno contattato sia noi che il Comune di Pomezia. “Mia figlia non va in bagno perché è troppo sporco”, ci racconta in effetti una mamma. “Non ne possiamo più: è sempre tutto sporco, i nostri figli non possono stare in queste condizioni”, aggiungono altri genitori.

Per completezza di informazione facciamo presente ai nostri lettori che la nostra redazione già da diversi giorni era al lavoro su tali segnalazioni; prima di pubblicare la notizia tuttavia abbiamo voluto approfondire l’argomento per evitare di creare inutili allarmismi. A tal proposito, per ciò che riguarda la Margherita Hack, qualche giorno fa avevamo intervistato il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA) dell’Istituto Orazio che aveva però focalizzato il problema prevalentemente sulle condizioni della palestra scolastica.

Teniamo inoltre a precisare che eravamo stati noi stessi a segnalare il problema al Comune di Pomezia che oggi ha deciso di far luce sulla questione, richiedendo addirittura l’intervento della ASL.

POMEZIA, FUCCI SU HACK E SAN GIOVANNI BOSCO: “E’ EMERGENZA, ABBIAMO SCRITTO ALLA ASL E AI DIRIGENTI SCOLASTICI

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena inviato una nota al Direttore del Ministero dell’Istruzione, alla Asl Roma 6 e ai Dirigenti scolastici degli istituti comprensivi via della Tecnica e Orazio per la situazione di emergenza che si è venuta a creare nelle scuole primarie San Giovanni Bosco e Margherita Hack

“A seguito delle numerose segnalazioni pervenute dai genitori dei bambini frequentanti le scuole in oggetto – si legge nella nota – relativamente alle precarie condizioni igieniche in cui versano i predetti istituti, si chiede alle Autorità in indirizzo, ciascuna per quanto di competenza, di effettuare un immediato sopralluogo al fine di stabilire le criticità lamentate e porre in essere tutti gli adempimenti atti a ripristinare le normali condizioni igieniche. La tempestività di un immediato sopralluogo risulta peraltro necessaria al fine di poter predisporre tutte le azioni necessarie alla tutela della salute pubblica”.

“Il Ministero deve intervenire – dichiara il Primo Cittadino – E’ inaccettabile che gli studenti trascorrano le loro giornate in situazioni di scarsa igiene e pulizia. Mettere in sicurezza le scuole è da sempre una nostra priorità, renderle più belle e accoglienti è un lavoro che facciamo ogni anno, ma sulla gestione della pulizia delle scuole statali non possiamo intervenire direttamente. Proprio per questo ho sollecitato un sopralluogo immediato presso i due istituti e l’attivazione di tutte le procedure necessarie a risolvere questa situazione”.

CONDIVIDI