Home News Cronaca Pomezia, Via delle Orchidee, il CdQ non molla la presa per la...

Pomezia, Via delle Orchidee, il CdQ non molla la presa per la messa in sicurezza: «Dobbiamo aspettare un incidente grave?». Ma per ora mancano i fondi

Lettera alle Istituzioni per chiedere interventi urgenti ma per il momento non ci sono fondi

Via delle Orchidee

Torniamo a parlare dell’argomento della messa in sicurezza di Via delle Orchidee, strada molto trafficata che attraversa il quartiere Campo Jemini a Pomezia. Da tempo il Comitato di Quartiere si sta battendo per la sua messa in sicurezza considerando soprattutto, tra gli altri, i gravi problemi di sicurezza per i pedoni considerando la totale assenza di marciapiedi.

Investito e ucciso un cagnolino

Lo scorso 20 giugno, non a caso, un cane è purtroppo morto, investito da una macchina in transito. «E se invece di un cane, fosse stato un bambino un po’ vivace che lasciando la mano del genitore fosse finito sotto l’auto? Perchè arrivare alla situazione estrema quando con un po’ di buona volontà si potrebbe rimediare?», si interroga a tal proposito il Presidente del CdQ Alex Gaspari. Negli ultimi tempi ha sollecitato spesso il Comune di Pomezia chiedendo interventi data l’assenza, oltre che dei marciapiedi, anche di strisce pedonali, di segnaletica orizzontale e verticale, piuttosto che di dissuasori di velocità. Adesso si è rivolto anche alla Città metropolitana Roma, alla Prefettura, ai Carabinieri, e, nuovamente, al Sindaco Adriano Zuccalà.

La lettera

Il Presidente del CdQ Campo Jemini Alex Gaspari

«Desidero evidenziare – leggiamo – il grave problema per la sicurezza pubblica in località Campo Jemini Pomezia, nello specifico in via delle Orchidee». «La mancanza di un marciapiede mette a repentaglio quotidianamente la vita dei pedoni, non ultimo in data 20 Giugno 2020, alle ore 19,15 è stato investito un cane, non per scarsa attenzione del suo conduttore o per imperizia dell’automobilista ma solo ed esclusivamente perché la strada non consente ai pedoni di procedere in sicurezza. Il povero animale impaurito non si è avveduto dell’auto, a questo punto è doverosa la seguente considerazione: Per i motivi sopra esposti, con la presente chiedo a codeste Autorità di adoperarsi ognuno per la parte di competenza a risolvere l’angusto problema nel più breve tempo possibile, al fine di scongiurare eventuali episodi anche più cruenti di quello della morte di un povero cane», conclude il testo. 

Risponde il Comune di  Pomezia

Una prima risposta intanto è arrivata. Ad inviarla è l’Amministrazione di Piazza Indipendenza che scrive: «L’intervento da Lei richiesto, di ingente valore economico, esula dagli interventi di ordinaria e/o straordinaria manutenzione e deve pertanto essere progettato e programmato con appositi fondi di bilancio. Nella volontà di dar seguito alla Sua richiesta, in qualità di rappresentante del comitato di quartiere “Campo Jemini” si specifica che la realizzazione dell’opera dovrà necessariamente essere preceduta dall’analisi della situazione di fatto. Per quanto premesso, si procederà in prima istanza alla verifica di regolarità edilizia di tutte le edificazioni e confini che si affacciano su via delle Orchidee, successivamente potranno essere effettuati gli espropri per pubblica utilità delle aree, oggi private, necessarie alla realizzazione del progetto. Il Comitato di Quartiere Campo Jemini verrà informato sull’andamento delle attività».