Connettiti con noi

News

Positivo al Covid o influenza? Come riconoscere sintomi e differenze: consigli per tamponi e cure

Pubblicato

il

Bollettino Covid Lazio 15 maggio 2022

Positivo al Covid o influenza, come riconoscere sintomi e differenze. Nuova ondata di contagi in Italia e una vera e propria corsa al tampone. Farmacie intasate, kit fai-da-te a ruba. Sintomi influenzali che fanno subito scattare l’allarme – ma non potrebbe essere altrimenti – specie prima di una riunione familiare. Ma come distinguere il Covid dall’influenza? Purtroppo non sempre è così semplice. 

Positivo al Covid o influenza, come distinguere i sintomi

I sintomi del Covid-19 variano sulla base della gravità della malattia. Si passa dall’assenza di sintomi (essere asintomatici) a presentare febbre, tosse, mal di gola, debolezza, affaticamento e dolore muscolare. I casi più gravi possono presentare polmonite, sindrome da distress respiratorio acuto e altre complicazioni, tutte potenzialmente mortali.

La perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia) sono stati riconosciuti come sintomi di COVID-19. Altri sintomi meno specifici possono includere cefalea, brividi, mialgia, astenia, vomito e/o diarrea.

Ma che differenza c’è con l’influenza stagionale? I virus che causano sia COVID-19 che l’influenza stagionale vengono trasmessi da persona a persona e possono causare sintomi simili, ma i due virus sono molto diversi e non si comportano allo stesso modo. Alcuni pazienti che si ammalano di COVID-19 possono sviluppare una polmonite e aver bisogno di essere ricoverati in terapia intensiva. Pertanto, in caso di mancanza di respiro o difficoltà a respirare, che indicano un peggioramento della malattia, è importantissimo chiamare immediatamente il proprio medico curante o i numeri dell’emergenza (112 o 118, a seconda della Regione).

Come riconoscere sintomi e differenze: consigli per tamponi e cure

Secondo un articolo pubblicato sul sito dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma ci sono comunque dei segnali che possono aiutarci a capire meglio se ci siamo imbattuti nel Covid. La febbre oltre i 37,5°C, che non scende nemmeno con gli antipiretici, è un importante segnale, seguita da tosse secca di solito stizzosainsistente e senza catarro.

Ma dato che i primissimi sintomi della malattia COVID-19 sono molto simili a quelli dell’influenza stagionale o di altre malattie simili all’influenza fare distinzioni non è facile. Tosse, febbre, e dolori muscolari sono presenti in tutte le malattie causate dai virus respiratori. Per questo, per avere una diagnosi certa della malattia è necessario fare un tampone naso-faringeo.

In generale, nell’influenza si ha la comparsa improvvisa e rapida di febbre oltre i 38°C con almeno un sintomo generale (malessere/spossatezza, mal di testa, e dolori muscolari) e almeno un sintomo respiratorio (tosse, mal di gola e respiro affannoso). In sostanza, è impossibile distinguere i sintomi della COVID-19 da quelli dell’influenza senza aver fatto il tampone, tranne che non ci sia la perdita di gusto e olfatto, che è una caratteristica della COVID-19.

Tuttavia, ci sono alcune differenze chiave tra influenza e COVID-19. Il nuovo coronavirus sembra diffondersi più facilmente dell’influenza e può causare malattie più gravi in alcune persone. Può anche volerci più tempo prima che le persone infettate manifestino i sintomi. Inoltre, le persone infettate dal nuovo coronavirus possono essere contagiose più a lungo. 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy