Connettiti con noi

Comune di Pomezia

RADON, FUCCI ACCUSA, TOCE RISPONDE

Pubblicato

il

Botta e risposta tra il Movimento 5 Stelle e l’assessore all’ambiente del Comune di Pomezia Piero Toce. Motivo dello scontro i livelli di radon registrati nel plesso scolastico di Santa Palomba e le modalità di gestione della problematica. Due giorni fa Fabio Fucci, consigliere del M5 Stelle, aveva dichiarato “chiediamo da tempo all’Amministrazione di interessarsi a problema Radon. Lo abbiamo fatto negli anni passati chiedendo di informare i cittadini sulla sua presenza nel territorio e sui potenziali rischi derivanti da questo gas naturale. Solo pochi mesi fa, tramite una mozione in consiglio comunale, abbiamo chiesto che la Giunta intervenisse sulla scuola Primaria di S. Palomba per mitigare la presenza di gas all’interno dell’edificio scolastico, che presentava concentrazioni di gas superiori ai limiti di legge. Chiedevamo di farlo durante la pausa estiva, in un periodo di fermo della didattica, e lo abbiamo fatto pensando a tutelare la salute dei bambini e del personale che frequenta la scuola, ma la nostra mozione è stata respinta con i voti contrari dei consiglieri della maggioranza”. Si passava poi ad una dura accusa. “Evidentemente i consiglieri che hanno votato contro non hanno avuto la nostra stessa sensibilità riguardo alla salute pubblica. A Settembre si è concluso il secondo ciclo di monitoraggio nelle due scuole ed è arrivata la conferma della contaminazione della scuola Primaria di S. Palomba. La situazione è seria e richiede un intervento tempestivo, come ha ammesso lo stesso Dirigente del Settore Tutela dell’Ambiente, che ci ha consegnato la relazione con i dati registrati. Avevamo quindi ragione noi del Movimento 5 Stelle a sollevare il problema in Consiglio Comunale e a richiedere un intervento di mitigazione della scuola Primaria di S. Palomba. Ora ci aspettiamo che si proceda secondo quanto indicato nella relazione. Da parte nostra continueremo a mantenere alta l’attenzione su questo tema ed a vigilare, con la preziosa partecipazione dei cittadini, sul rispetto degli impegni presi dal Dirigente”. La nota inviata dal Movimento 5 Stelle ha provocato la reazione dell’assessore Toce, il quale precisa che “In relazione al potenziale pericolo di inquinamento da radon, legato alla conformazione geomorfologica del suolo, il Comune di Pomezia ha eseguito una mappatura del rischio nel 2000. A seguito della mappatura sono state individuate delle zone di maggiore rischio, Santa Palomba e Santa Procula, nelle quali insistono alcuni plessi scolastici che sono stati sottoposti a monitoraggio fin dallo scorso anno proprio per rilevare l’eventuale superamento dei valori di soglia per l’inquinamento da radon. Solo da pochi giorni il Comune ha acquisito lo studio e le rilevazioni commissionate alla ditta e dalle quali risulta il superamento dei valori di soglia in uno solo dei cinque edifici sottoposti a controllo. A seguito dei risultati di tale studio, e prima della diffusione dei dati in Commissione Ambiente il 9 dicembre, il Settore Ambiente del Comune di Pomezia ha adempiuto con la massima tempestività alle incombenze di legge avviando tutte le iniziative volte all’approntamento delle misure di mitigazione. Al fine di adottare un normale principio di precauzione, non già per l’esistenza di un conclamato allarme sanitario in atto sul territorio, l’Assessorato all’Ambiente ha proposto l’estensione delle misure dei livelli di radon agli edifici pubblici presenti nelle zone a maggior rischio. La proposta, che prevede un rilevamento nell’arco di due anni su tutti gli edifici comunali a rischio radon, è stata elaborata dagli Uffici preposti ed approvata dalla Commissione Ambiente nella seduta del 9 dicembre. Non si capisce come si sarebbe potuto intraprendere alcun intervento prima di avere a disposizione i dati, all’interno dei plessi scolastici oggetto dell’indagine e, soprattutto, come “durante la pausa estiva” avrebbero potuto essere eseguiti i lavori “per mitigare la presenza di gas all’interno dell’edificio scolastico, che presentava concentrazioni di gas superiori ai limiti di legge”, come dichiarato da Fucci”.

16 Comments

16 Comments

  1. Maurizio

    13 Dicembre 2011 - 23:09 at 23:09

    Non si puo’ terrorizzare la gente! Il radon e’ un gas naturale piu’ pesante dell’aria e quindi si annida nei piani inferiori, come cantine. Esso e’ un prodotto del tufo, ma difendersi e’ facile!\nBasta arieggiare come fa’ una brava massaia!\nPer le cantine, basta un ventilatore e le porte aperte! Considerate comunque che la radioattivita’ e’ naturale ed e’ bassa e l’emissione e’ del tipo alfa  , non oltrepassa la pelle, ma non bisogna assolutamente respirarlo e che bastano accorgimenti del tutto semplici e di facile uso. \nAprite spesso le finestre! Non ci credete? Chiamate il cern o l’infn , parlate con uno specialista, non date retta a chi vuole terrorizzarVi!\nE’ molto piu’ pericoloso il benzene nella benzina verde!\n

    • Anonimo

      14 Dicembre 2011 - 00:25 at 00:25

      \nMi ero ripromesso, tempo fa, di non replicare alle tue dichiarazioni.Lo faccio solo al fine di informare, come sempre. Infatti c’è una profonda differenza tra informare e terrorizzare . \nLa disinformazione si annida nelle tue semplicistiche soluzioni.  \nRivolgendosi al Cern potremmo sapere dove passa il tunnel della Gelmini.  Al contrario per il caso esposto, più facilmente  sappi che lo “specialista” qualificato è stato già nominato ed incaricato dal Comune più di un anno fa.  Bastava seguire le sue indicazioni.  Ciò che esattamente andiamo dicendo, ne più ne meno. \n\nComunque  sappi che il radon è attualmente considerata la seconda causa al mondo per il tumore ai polmoni.  Ma ragionando con il tuo metodo “che male fa”, in fondo anche le sigarette non fanno male.  Peccato lo dicevano 20 anni fa coloro che non volevano terrorizzare…

    • Anonimo

      14 Dicembre 2011 - 00:25 at 00:25

      \nMi ero ripromesso, tempo fa, di non replicare alle tue dichiarazioni.Lo faccio solo al fine di informare, come sempre. Infatti c’è una profonda differenza tra informare e terrorizzare . \nLa disinformazione si annida nelle tue semplicistiche soluzioni.  \nRivolgendosi al Cern potremmo sapere dove passa il tunnel della Gelmini.  Al contrario per il caso esposto, più facilmente  sappi che lo “specialista” qualificato è stato già nominato ed incaricato dal Comune più di un anno fa.  Bastava seguire le sue indicazioni.  Ciò che esattamente andiamo dicendo, ne più ne meno. \n\nComunque  sappi che il radon è attualmente considerata la seconda causa al mondo per il tumore ai polmoni.  Ma ragionando con il tuo metodo “che male fa”, in fondo anche le sigarette non fanno male.  Peccato lo dicevano 20 anni fa coloro che non volevano terrorizzare…

  2. Maurizio

    13 Dicembre 2011 - 23:09 at 23:09

    Non si puo’ terrorizzare la gente! Il radon e’ un gas naturale piu’ pesante dell’aria e quindi si annida nei piani inferiori, come cantine. Esso e’ un prodotto del tufo, ma difendersi e’ facile!\nBasta arieggiare come fa’ una brava massaia!\nPer le cantine, basta un ventilatore e le porte aperte! Considerate comunque che la radioattivita’ e’ naturale ed e’ bassa e l’emissione e’ del tipo alfa  , non oltrepassa la pelle, ma non bisogna assolutamente respirarlo e che bastano accorgimenti del tutto semplici e di facile uso. \nAprite spesso le finestre! Non ci credete? Chiamate il cern o l’infn , parlate con uno specialista, non date retta a chi vuole terrorizzarVi!\nE’ molto piu’ pericoloso il benzene nella benzina verde!\n

  3. Renzo Mercanti

    14 Dicembre 2011 - 00:15 at 00:15

    Nessun terrore….ma se dal 2000 si conoscono le zone ad alto rischio, troppo ci abbiamo messo ad attivare dei rilevamenti…e la cittadinanza va informata!!!\nFinestre aperte, ventilatori nelle cantine…..è pieno di ventilatori e porte aperte nelle cantine di Pomezia!!!!\nToce mente sapendo di “mentina”…La mozione del MoVimento 5 Stelle prima dell’estate si basava sui risultati già in possesso dell’Amministrazione, ed in quel Consiglio, il “superbo” Lupo, cazzeggiava parlando della moria dei  “grilli” per colpa del radon!!!!…Zelig off!!!

  4. Renzo Mercanti

    14 Dicembre 2011 - 00:15 at 00:15

    Nessun terrore….ma se dal 2000 si conoscono le zone ad alto rischio, troppo ci abbiamo messo ad attivare dei rilevamenti…e la cittadinanza va informata!!!\nFinestre aperte, ventilatori nelle cantine…..è pieno di ventilatori e porte aperte nelle cantine di Pomezia!!!!\nToce mente sapendo di “mentina”…La mozione del MoVimento 5 Stelle prima dell’estate si basava sui risultati già in possesso dell’Amministrazione, ed in quel Consiglio, il “superbo” Lupo, cazzeggiava parlando della moria dei  “grilli” per colpa del radon!!!!…Zelig off!!!

  5. Valentino Valentini

    14 Dicembre 2011 - 12:13 at 12:13

    Prevenire è sempre meglio che curare!!!!

  6. Valentino Valentini

    14 Dicembre 2011 - 12:13 at 12:13

    Prevenire è sempre meglio che curare!!!!

  7. Gianfranco

    17 Settembre 2012 - 08:15 at 08:15

    Carissimo Maurizio, o la ASL ha preso lucciole per lanterne o credo tu, dopo il suo intervento nei giorni scorsi, debba fare una riflessione sull’opportunità di quanto evidenziato dal MoVimento e da te commentato circa 9 mesi fa…\n

  8. luigi torreti

    17 Settembre 2012 - 10:51 at 10:51

    torno a dire, come ho cercato di dire sotto un altro articolo, che si sta facendo troppo casino. il primo punto meno importante è che se uno vuole rappresentare un partito o un movimento si deve presentare come tale. ma è un dettaglio, soprattutto quando qualcuno crede di essere conosciuto in tutto il mondo quando manco si firma per esteso.\n\npoi, il problema c’é. e allora si affronti quello. qui si sentono dei discorsi che uno che ha fatto il liceo non può digerire in termini pratici e quantitativi. è vero che una particolare concentrazione in ambienti confinati (chiusi) può amplificare il rischio. ma dove stanno le statistiche e i numeri? le rilevazioni di radioattività? le mappe? le quantità? le deviazioni sulle cause di mortalità o di tumori? e quanto pesa il radon rispetto all’ossigeno e all’azoto?\n\nè chiaro, chiarissimo che il problema o è mal posto o molto mal descritto.\n\nchiacchiere e basta. perché se il problema c’é nella scuola, c’è pure nelle case (altro regalo dei vari condoni edilizi in aree non controllate), nei locali commerciali, negli uffici e nelle strutture pubbliche e nelle fabbriche. e anche nelle aree aperte, per le persone e gli animali e, per i nemici degli ogm, anche per le piante e le coltivazioni.\n\ne torno a dire che se questo è davvero un problema, farci sopra sciacallaggio elettorale (peggio: pre-elettorale) è operazione, indegna, immorale e criminale. se sono chiacchiere e basta (speriamo) qualcuno, poi, dovrebbe scomparire.

    • giuseppe raspa

      17 Settembre 2012 - 13:14 at 13:14

      “sciacallaggio elettorale” . hai qualche elemento che noi non abbiamo per sapere ( evidentemente con certezza) che a Pomezia ci saranne elezioni ben prima del 2016?\n”se sono chiacchere e basta (speriamo) qualcuno,poi,dovrebbe scomparire”. immagino che tutti coloro ( medici di base, specialisti del settore, geologi, cittadini etc.) che da tempo si battono , senza alcun tornaconto personale ed ad armi impari, affinchè si squarci la cortina che l’amminitrazione ha posto da 12 anni e che non permette di affrontare serenamente la questione Radon ( già per nota per pericolosità dalla relazione di Di Lisa del 2000) sarebbero ben lieti di ritirarsi al Confino che ci indicherai, non appena il Comune ha ottemperato a ciò che prevede la legge in materia di informazione e prevenzione, oltre al buon senso. P.s. essendo evidentemente io tra coloro che “sciacallano”, per il confino sceglierei Linosa, se possibile.

      • luigi torreti

        17 Settembre 2012 - 15:01 at 15:01

        giuseppe, mantieni la calma. l’aspetto pre-elettorale è evidente e non si riferisce a pomezia. se il problema c’è va affrontato in modo ordinato. sennò qualcuno resta terrorizzato, senza capire, soffrendo, e qualcuno resta scettico e perplesso (per esempio io, che non ne so molto, ma sicuramente più della media). quanto pesa il radon? quanto pesa l’idrogeno?\n\ncontrariamente a quello che pensi, conosco molto bene la situazione tecnica e scientifica e sono buon conoscente di giuseppe antonino di lisa, del quale ho stima professionale senza riserva. e spero, a seguito di una auspicata e prevedibile più assidua frequentazione conviviale (abbiamo pure due figli con lo stesso nome) di annoverarlo presto tra gli amici tout court.\nquindi, siamo tutti dalla stessa parte, però non ci prendiamo in giro e non facciamoci prendere in giro.\n\n\namo essere libero, anche per essere libero di essere criticato. caro giuseppe, il biglietto per linosa te lo paghi tu, ma mi farà piacere incontrarti, perché mi pare che tutti noi, su questo pezzaccio di carta virtuale, amiamo il nostro paese e la nostra città.\n\nla nostra forza sta nel dialogo e nel reciproco rispetto. e il dialogo a volte può essere anche ruvido. ti auguro una bella serata. comunque non sono un fascista: chiedi in giro.\n\ngrazie dell’attenzione e un abbraccio.\n\ncomunque mi pare che il nemico non sta qui\n

        • Enzo

          17 Settembre 2012 - 16:34 at 16:34

          Luigi, Giuseppe è uno che sta sul pezzo ormai da tempo e non a chiacchiere ma di fatto. Non è uno scienziato (nel senso letterale della parola) ma è una persona che prima di agire comunque si informa a fondo e le sue esternazioni, spesso impetuose e talvolta provocatorie, non sono certo buttate là, a caso, come tanti fanno. Le sue (e del M5S) piccole o grandi lotte, che dir si voglia, di civiltà fatte per questo paese (che a mio parere non lo merita..), battagliando a destra ed a manca, la dicono lunga sulla sua integrità morale. Diversamente da tanti altri ti garantisco non ha un mulino a cui tirare l’acqua pertanto se c’è qualcuno che pensa che ha un tornaconto, sbaglia e grossolanamente (avrebbe scelto un partito, uno qualsiasi, e non il M5S..). L’ho visto girare per il mercato di Pomezia col megafono in una mano e la bandiera del M5S nell’altra informando (e non disinformando) i cittadini sui punti chiave che caratterizzano il Movimento e sulle malefatte di questa Amministrazione, guadagnando consensi ma anche sberleffi (è uno che ci mette la faccia e nn mi sembra poco..). Quella del radon è una vittoria sua e di tutto il Movimento, arrivata dopo le opportune verifiche e dopo le ricche prese per il culo subite dai Cetto La Qualunque seduti in consiglio comunale. Questo non è “sciacallaggio pre-elettorale”, si tratta di impegno civico ed io (della serie ognuno parli per se), senza falsa modestia, provo a trarne insegnamento. Saluti.

          • luigi torreti

            17 Settembre 2012 - 18:02 at 18:02

            enzo: mi conosci. forse sono stato frainteso, ma è importante esser seri e documentati per essere forti. sono convintissimo che noi, seduti davanti a questo schermo, siamo tutti animati dallo stesso spirito battagliero e volenteroso. è per questo che mi dispiace quando sbandiamo di qua e di là senza capirci tra noi.che mica siamo tanti.\n\nmi dispiace questo, ma la cosa tragica è che noi sul web ci mandiamo pure a…, però siamo tutti allineati su un percorso in avanti. poi ci andiamo a prendere una camomilla, due bruscolini, una birra e qualche nocciolina. potremmo pure menarci.\n\nma levati noi soliti rompicoglioni sul corriere, tutti gli altri, dove sono?. dove sono? c’è qualcuno li fuori… c’è qualcuno li fuori…? is there anybody out, there? scusate la doppia citazione incrociata tra cinema e pink floyd (manco perfetta).\n\ncomunque, miei cari amici, lo so che il problema è serio. proprio per questo va trattato seriamente e con rigore tecnico e scientifico. dopo sentiamo tutti gli altri che, mi pare, poco riescono ad aggiungere. \n\npeccato.\n\ncon giuseppe davvero non ho nessun conflitto, però, cercando di essere quello scienziato che volevo essere da bambino, sono certo che un inquadramento logico e strutturato ci può rendere più forti e autorevoli, portandoci più avanti.\n\ncaro enzo, non mi sembra il caso, ma giuseppe anche se fosse un pericoloso assassino, avrebbe tutto il mio civile rispetto. mi dispiace solo di doverlo spiegare proprio a te, che mi conosci bene.\n\nuna serena serata agli uomini di buona volontà e pace e bene, a mani piene, a tutti.

          • giuseppe raspa

            17 Settembre 2012 - 20:13 at 20:13

            Enzo , ringraziandoti per le parole, devo dirti che non condivido quando affermi che il paese (o Il Comune) non merita un impegno civico. Già solo per il fatto che esistono cittadini come te.

            • luigi torreti

              18 Settembre 2012 - 09:48 at 09:48

              giuseppe, sono d’accordo con te sul paese e il comune o città. si dice che dio, avendo fatto troppo bella la sicilia, per equilibrare le cose ci mise i siciliani (sia chiaro che lo dicono i siciliani, come lo dicono i miei conterranei dei nostri compaesani. non sono nato qui, ma ci abito da circa quarantasette anni). io sono convinto che un popolo, non un paese, che consente (vota) raddoppiando i voti di quelli che undici anni fa sono finiti in prigione (vedi i numeri) e poi sono riusciti a rimediare una stiracchiata prescrizione, ha davvero tanto da lavorare, prima di meritare l’impegno delle persone migliori di questo paese.\n\nsennò i percorsi sono diversi, come mi pare evidente.\n\nscusami se ho anticipato la tua eventuale replica, attesa, ma non obbligata.\n\nun caro saluto a te e a chi ci legge.\n

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy